Al castello di Cly un revival medievale

L'evento, organizzato dal Gruppo FAI Giovani di Aosta in collaborazione con il Comune di Saint-Denis, si terrà sabato 16 luglio al Castello di Cly. In programma visite guidate a cura dello storico medievista Ezio Gerbore, un mercatino enogastronomico e l'esibizione di figuranti.
Castello di Cly

“Alla corte dei Signori di Cly” è il titolo del revival medievale che si terrà sabato 16 luglio, a partire dalle 14, al castello di Cly. L’evento è organizzato dal Gruppo FAI Giovani di Aosta, in collaborazione con il Comune di Saint-Denis, che per l’occasione propongono visite guidate esclusive al Castello di Cly a cura di un esperto d’eccezione, lo storico medievista Ezio Gerbore, arricchite dalla presenza dei figuranti del Groupe historique Châtel-Argent di Villeneuve e del Gruppo storico di Quart che regaleranno al pubblico la sensazione e l’emozione di tornare indietro nel tempo, proprio “Alla corte dei Signori di Cly”. Sarà anche presente un mercatino enogastronomico per poter degustare e acquistare i prodotti del territorio.

Il castello

Il Castello di Cly, di tipo primitivo, è distinto da una torre centrale quadrangolare contornata da una cinta muraria: una struttura molto semplice, posta su un promontorio elevato per sfruttarne le caratteristiche difensive naturali e permettere il controllo della piana sottostante. Le analisi dendrocronologiche eseguite sui legni della torre fanno risalire la costruzione intorno al 1027, ponendo Cly tra i castelli più antichi della regione: al centro della fortificazione era collocata la cappella decorata con affreschi di almeno tre epoche diverse, tra il XIII e il XIV secolo, di cui sussistono pochissimi resti. Secondo le fonti storiche, gli Challant furono la prima famiglia proprietaria del maniero, seguiti dalla branca di Cly che conservò la proprietà sino al 1376. In quell’anno i Savoia lo occuparono definitivamente per garantirsi la supremazia sulla Valle d’Aosta per poco più di due secoli, cedendolo in seguito a diverse famiglie che, poco alla volta, lo lasciarono andare in declino, sino al completo abbandono attuale. Solo all’inizio del XX secolo lo storico valdostano Tancredi Tibaldi, allora sindaco di Saint-Denis, acquistò il castello per conto del Comune che ne è ancora proprietario, ridandogli nuova vita.

Info e prenotazioni

Le visite guidate, della durata di un’ora e mezza ciascuna, saranno alle ore 14, 15.30 e 17.
Per prenotare è necessario inviare una mail a: aosta@faigiovani.fondoambiente.it specificando il numero di partecipanti ai quali verrà richiesto in loco un contributo da devolvere interamente al Fondo Ambiente Italiano. Sarà possibile iscriversi a quota agevolata o rinnovare la tessera. L’evento si svolgerà anche in caso di maltempo.

locandina luglio
locandina luglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.