Corte dei conti contesta danno erariale a due dirigenti regionali

Paola Ippolito prima e Vally Lettry dopo avrebbe rinnovato per 9 anni consecutivi una consulenza ad un laureato valdostano per la gestione dello Sportello per l'internazionalizzazione delle imprese. Il danno ammonterebbe a 222mila euro.
Inaugurazione dell'anno giudiziario della Corte dei Conti
Cronaca

Per una consulenza esterna, affidata per 9 anni consecutivi, la Corte dei Conti contesta un danno erariale di circa 222 mila euro a due dirigenti regionali, Paola Ippolito (danno contestato circa 145 mila euro) e Vally Lettry (circa 77 mila euro). I fatti riguardano l’affidamento dello Sportello per l’internazionalizzazione delle imprese dell’assessorato alle Attivita’ produttive, gestito da Gian Paolo Trento, per nove anni con contratti di consulenza continuativi in violazione della normativa statale e regionale’ e ‘violando l’obbligo di concorso’’ per la tipologia di impiego.

I difensori delle due dirigenti hanno spiegato come le stesse, più volte avevano chiesto di individuare un funzionario di categoria D per ricoprire l’incarico ma per il blocco delle assunzioni, non era stato possibile. Inoltre soltanto altri 4 dipendenti regionali avrebbero potuto ricoprire quel ruolo ma erano già tutti impegnati. Infine le difese hanno scaricato la colpa sulla Giunta regionale dell’epoca. La sentenza arriverà nelle prossime settimane.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte