Picchia la compagna, barista condannato a due anni

Per maltrattamenti in famiglia Helmi Berrima, di 36 anni, francese, è stato condannato a due anni di carcere dal giudice monocratico Marco Tornatore.
Violenza sulle donne
Cronaca

Per maltrattamenti in famiglia Helmi Berrima, di 36 anni, francese, è stato condannato a due anni di carcere dal giudice monocratico Marco Tornatore. L’uomo era accusato di aver minacciato la compagna fin dal 2013, prima in Tunisia e poi ad Aosta, dove insieme gestivano un bar in via Festaz. La pena è sospesa se risarcirà una provvisionale di 10.000 euro alla donna, parte civile con l’avvocato Davide Meloni.

"Ero all’ottavo mese di gravidanza. Si era messo sopra di me e tentava di soffocarmi. Altre volte mi minacciava con coltelli alla gola e mi spegneva sigarette sulle braccia", ha detto in aula la vittima, che ora vive in Francia. "Era autolesionista, ho un video che lo dimostra", ha controbattuto Berrima, tornato invece in Tunisia. I clienti del bar hanno testimoniato di "non aver mai visto su di lei segni o graffi, anzi, più volte lui era stato cacciato di casa". L’avvocato difensore Marco Bich si è riservato di fare appello una volta depositate le motivazioni della sentenza.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca