Primi tentativi di truffa legati al passaggio al digitale terrestre

Finti tecnici fissavano appuntamenti a domicilio per controllare i decoder. L'amministrazione regionale ricorda di non avere mai autorizzato nessuna azienda a telefonare agli utenti per fornire assistenza.
Cronaca

Il consiglio è sempre lo stesso: mai fidarsi degli sconosciuti. Le vie della truffa sono infinite, lo dimostrano le recenti segnalazioni riguardanti sedicenti tecnici che telefonano per fissare appuntamenti nelle abitazioni, con la scusa di verificare il funzionamento dei decoder. E i cittadini valdostani, che in questi giorni sono alle prese con il non facile passaggio al digitale terrestre, rischiano di abboccare all'amo.

L'allarme è stato diffuso da un comunicato stampa dell'Amministrazione regionale che, a scanso di equivoci, ricorda di non avere mai, in alcun modo, autorizzato l'azienda preposta all'assistenza tecnica a telefonare di propria iniziativa agli utenti in difficoltà. Sono gli stessi possessori dei decoder, infatti, ad avere la facoltà di chiedere assistenza al numero verde in caso di mancata ricezione del segnale. I tecnici regionali sono comunque indicati sul sito dell'amministrazione. Per evitare problemi, si consiglia di non accettare appuntamenti e di telefonare alle forze dell'ordine nel caso qualcuno si presentasse alla porta o telefonasse per offrire assistenza.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte