Rapine: analisi del Dna di uno dei rapinatori di Fénis dalla saliva ritrovata su una bottiglia

Non ci sarebbero analogie tra il colpo commesso a casa di Gianni Bonichon, 61 anni di Fénis e quello commesso ai danni della guardia giurata Gianluca Scarpani, 34 anni di Aosta. Numerose analogie invece con le rapine avvenute ai danni di commercianti.
La casa di Gianni Bonichon
Cronaca

Continuano le indagini da parte degli uomini della squadra mobile della questura di Aosta per risalire agli autori delle due rapine commesse ieri, lunedì 12 gennaio. Secondo gli inquirenti, non ci sarebbero analogie tra il colpo commesso a casa di Gianni Bonichon, 61 anni di Fénis e quello commesso ai danni della guardia giurata Gianluca Scarpani, 34 anni di Aosta.

Nel caso Bonichon, i malviventi, in tutto quattro persone, sono entrate a volto coperto nell’abitazione dell’uomo, in località Cors a Fénis, e dopo aver ammanettato Bonichon, la sua badante e un’amica al termosifone hanno messo a soqquadro la casa, poi sono fuggiti con un bottino misero: circa 200 euro, i documenti dell’uomo e la sua Fiat Panda (non ancora ritrovata). Ma, gli investigatori hanno degli elementi su cui lavorare. Primo fra tutti, della saliva ritrovata su di una bottiglia. Per cui, ora si aspetta l’esame del Dna. Al vaglio degli agenti della scientifica anche le manette, utilizzate per immobilizzare il padrone di casa e i suoi ospiti. Non è da escludere che ci siano delle impronte.

Indagini serrate, anche per la rapina ai danni della guardia giurata della Securité Valdotaine. L’uomo, verso le 9 di ieri mattina, è stato colpito alla testa da due uomini che lo hanno derubato. Oltre 30 mila euro, ovvero l’incasso raccolto nel fine settimana dalla stazione di Pila. In questo caso, ci sono numerose analogie con altre rapine avvenute ai danni di commercianti di Aosta mentre si recavano in banca a portare gli incassi. E anche negli altri casi, i malviventi, sempre in due, avevano agito di lunedì. Sapendo quindi, che i commercianti si sarebbero recati a depositare gli incassi nel fine settimana.

Intanto, per quest’oggi, martedì 13 gennaio, alle ore 15, il presidente della Regione, Augusto Rollandin, ha indetto il Comitato di pubblica sicurezza per fare il quadro degli ultimi fatti avvenuti nella nostra regione. Durante il Cosp i rappresentati delle varie forze dell’ordine esamineranno le strategie da definire.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca