10 giorni di appuntamenti con una “montagna articolata e accessibile”

Parte il prossimo 25 luglio l'undicesima edizione del Cervino Cineomountain festival ospitato a Breuil Cervinia e a Valtournenche. Tutti i numerosi appuntamenti del Festival su: www.cervinocinemountain.it
la conferenza stampa di presentazione
Cultura

“Una montagna articolata, una patrimontagna che sappia accogliere, interessare” –  come la definiscono gli organizzatori – è quella che verrà proposta dal Cervino Cinemountain festival nei 10 giorni di eventi che vanno dal 25 luglio al prossimo 3 agosto.

Il festival, giunto all’undicesima edizione, punta a incuriosire un ampio pubblico con quattro diverse proposte: Antropomount, cervinia mon amour, espace montagne e  film concorso.
La sezione glamour, “Cervinia Mon Amour“, che non a caso sarà ambientata proprio al Breuil, darà il via al Festival con un omaggio a due grandi campioni olimpionici come Toni Sailer e Giuliana Minuzzo, invitati ad inaugurare la kermesse, anche in stile Hollywoodiano, con la cerimonia delle impronte. Alle valanghe sportive ritratte nella pellicola d’epoca “La saetta nera” che verrà proiettata sempre il 25 luglio, si sostituiranno nella seconda serata del 26, valanghe di tutt’altro tipo, quelle incarnate dalla comicità tutta italiana di Paolo Villaggio, Renato Pozzetto e Cochi Ponzoni.

Dal glamour di Cervinia si passerà poi alla riflessione antropologica di Valtournenche con la sezione Antropomount. Ospite di questo primo viaggio alla scoperta dei “modus vivendi e modus operanti delle popolazioni d montagna” sarà il Tibet presentato nelle foto di Davide Camisasca, nelle maschere tibetane del Musée international du Carnaval et du Pasque di Binche ma anche dal Lama tibetano Venerabile Geshe Gedun Tarchin.

La sezione concorso presenta quest’anno 38 film, tutti documentari e cortometraggi, selezionati da Luca Bich e Luisa Montrosset. “Un festival questa volta a tutto tondo – ha sottolineato Luca Bich – rispetto agli scorsi anni infatti non c’è solo il meglio di Trento ma abbiamo cercato di indagare tutto il panorama dei festival sul tema”. Tra le novità in concorso, la presentazione per la prima volta, del film “Berhault” di Gilles Chappaz con la partecipazione del freeclimber Patrick Edlinger, in programma venerdì 1° agosto. Sempre all’interno della sezione si inserisce anche l’omaggio a Guido Monzino, il 29 luglio, con la proiezione del montaggio di alcune tra le spedizioni “pesanti” del grande alpinista.

“Contenitore della montagna accessibile a tutti” è infine la sezione Espace Montagne che ripropone le interviste verticali, ovvero la serie di incontri con i grandi alpinisti. Da non perdere quelli con Angelika Rainer (30 luglio), Luca Maspes (31 luglio) e  Manolo (1°agosto).

Saluteranno il pubblico del Breuil e di Valtournenche i due appuntamenti conclusivi della manifestazione in programma il 2 e 3  agosto. Il primo, in collaborazione con il Festival internazionale del cinema muto, prevede la proiezione del film di Buster Keaton “Go West” musicato dal vivo da Javier Girotto. Il 3 agosto, l’After Festival, avrà invece come protagonista Massimo Mila, al quale gli organizzatori tributeranno un omaggio musicale ma non solo, in programma presso la piazzetta delle Guide.

Per conoscere tutti i numerosi appuntamenti del Festival: www.cervinocinemountain.it

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte