Economia e lavoro

Ultima modifica: 16 Maggio 2019 13:43

Bccv, nel 2018 oltre 800 milioni di euro di raccolta

Aosta - Il bilancio 2018 di Bccv sarà all'esame dell'Assemblea dei soci (quasi 10mila soci) il prossimo 24 maggio. In quell'occasione sarà presentato il percorso di consolidamento e risanamento della struttura della Bcc valdostana concordato con Cassa Centrale Banca. 

L'assemblea ordinaria dei soci BCC - foto d'archivio

Nel 2018 Bccv ha raccolto complessivamente oltre 800 milioni di euro – dato in linea con l’anno precedente – con un miglioramento sul fronte crediti, dove la componente deteriorata è diminuita del 22% (rispetto al 2017) ed un aumento della copertura che sulle sofferenze passa dal 54% del 2017 al 63% nel 2018. Migliorano i ricavi caratteristici (+510m. euro interessi e commissioni), i proventi di gestione (+ 883m. euro) ma soprattutto si riduce il costo del credito a 4,8 mln (-75% rispetto al 2017).

Sono questi alcuni dei principali dati del bilancio 2018 di Bccv che l’Assemblea dei soci (quasi 10mila) sarà chiamata il prossimo 24 maggio ad approvare.

Oltre alla presentazione e approvazione del bilancio, l’ordine del giorno prevede la determinazione dell’importo del sovrapprezzo, l’approvazione delle politiche di remunerazione e incentivazione, la risoluzione consensuale dell’incarico di revisione legale e l’informativa in merito all’adozione del Regolamento di Gruppo per la gestione delle operazioni con soggetti collegati.

Ad aprire l’assemblea sarà la relazione del presidente di Bcc valdostana Davide Adolfo Ferré, che ripercorrerà gli importanti eventi che hanno caratterizzato il 2018, con particolare riferimento al cambiamento del modello di business, nonché i cambiamenti determinati dall’entrata di Bccv Valdostana nel Gruppo bancario di Cassa Centrale Banca, costituito da 84 banche di credito cooperativo e casse rurali su tutto il territorio italiano.

Sarà, inoltre, presentato il percorso di consolidamento e risanamento della struttura della Bcc valdostana concordato con Cassa Centrale Banca. 

“Una Bcc valdostana più forte, più protetta, più solida e con una prospettiva di crescita ben pianificata. Su questi aspetti e molti altri abbiamo lavorato nel corso del 2018, attraverso la costruzione di un percorso di risanamento e consolidamento che ci permette, già dal 2019, di guardare avanti positivamente -spiega in una nota il presidente, Davide Adolfo Ferré – Sono questi gli elementi che avremo modo di presentare e spiegare ai nostri soci nel corso dell’Assemblea. Elemento importante è che cresce per BCC Valdostana l’indicatore della solidità patrimoniale, CET1 ratio (Common Equity Tier 1 ratio), passato dall’8,04% del 2017 al 9,34% al 31.12.2018, e che nel primo trimestre 2019 si è attestato al 9,94%”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>