Economia e lavoro di Nathalie Grange |

Ultima modifica: 23 Maggio 2020 18:01

Cassa in deroga, 3417 lavoratori coinvolti in Valle, il 49% nella ristorazione

Aosta - L’80% delle domande presentate di cassa integrazione in deroga, secondo il monitoraggio della Regione, avrebbe ottenuto il saldo dell’ammortizzatore sociale da parte dell’INPS.

camerieracameriera

I numeri della Cassa Integrazione in deroga, richiesta dalle piccole aziende valdostane, restituiscono nella loro complessità la drammatica portata della crisi economica in Valle d’Aosta.

Ad oggi sono 3.417 i lavoratori coinvolti – in prevalenza donne (64%) – dipendenti di piccole e piccolissime imprese per un totale di ore 780.336 ore di cassa richieste e un impegno di spesa che supera i 6 milioni e 300mila euro.

Sul fronte dei pagamenti, l’80% delle domande presentate, secondo il monitoraggio effettuato dal Dipartimento Politiche del lavoro, avrebbe ottenuto il saldo dell’ammortizzatore sociale da parte dell’INPS.

Tra i settori più interessati alla cassa integrazione in deroga ci sono i servizi di alloggio, ristorazione e bar con il 45% delle ore richieste totali e il 49% di lavoratori coinvolti pari a 1.667. Segue il commercio con il 24% delle ore totali e 670 lavoratori coinvolti (20% dei lavoratori totali).

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>