Economia e lavoro di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 15 Novembre 2020 15:29

Dpcm, ConfCommercio chiede “norme univoche su settori merceologici attivi”

Aosta - Dominidiato: "C’è troppa confusione, si rischiano discriminazioni penalizzazione di alcuni esercizi commerciali se si lascia spazio a diverse interpretazioni”

Il direttore di Confcommercio Adriano Valieri ed il Presidente Graziano DominidiatoIl direttore di Confcommercio Adriano Valieri ed il Presidente Graziano Dominidiato

“Penso che l’unica cosa certa nell’applicazione dell’ultimo DPCM sia la confusione generata dall’interpretazione del provvedimento che come i precedenti crea discriminazioni, penalizza alcuni esercizi e lascia spazio al libero arbitrio di alcuni, forti di questa incertezza generale”. A sostenerlo è Graziano Dominidiato, Presidente di Confcommercio VdA. A nome dei commercianti valdostani ed in particolare quelli di Aosta, “amareggiati e delusi per l’incertezza che regna nell’applicazione dell’ultimo DPCM, già falcidiati dall’avanzata dei contagi di Coronavirus”.

I settori merceologici mal definiti dal DPCM, secondo ConfCommercio, riguardano soprattutto il tessile.  “Non è chiaro – spiega Adriano Valieri, Direttore Generale di Confcommercio VdA – cosa si intenda come tessile: in base al DPCM del 03 novembre c.a. può essere venduta solo la biancheria personale. Ma cosa si intende con tale termine? Coperte, lenzuola, piumoni, spugne bagno, come vengono definiti? Per non parlare se si possono vendere addobbi e decorazioni natalizie, alberi di Natale e le relative illuminazioni”.

Confcommercio VdA chiede agli enti preposti di pronunciarsi in merito, a tutela di tutto il mondo del commercio, dai negozi di vicinato, alla media e grande distribuzione, ai supermercati e ipermercati, “onde evitare – sottolinea ancora Dominidiato – che il commercio diventi una giungla in un momento così drammatico”.

Confcommercio chiede quindi regole certe in uno stesso mercato, a sostegno del fatto che “allo stato attuale sanzioni e procedimenti amministrativi di chiusura temporanea metterebbero definitivamente in ginocchio molte aziende”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo