Economia e lavoro di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 3 Dicembre 2020 12:39

Legge sulle riaperture, Confcommercio approva. Cgil: “Giocate sulla pelle lavoratori”

Aosta - Il Presidente dell'Associazione Dominidiato chiede si dia “immediatamente corso alla legge" e di "disciplinare quanto prima le riaperture". Ma c'è anche "grande dispiacere e rammarico" per l'astensione in aula dell'Assessore al Turismo e Commercio Guichardaz. La Cgil VdA: "Ci domandiamo in che mani sia la salute dei lavoratori e di tutti noi".  

L'Assessore al Turismo e commercio Jean-Pierre Guichardaz ed il Presidente Confcommercio VdA Graziano DominidiatoL'Assessore al Turismo e commercio Jean-Pierre Guichardaz ed il Presidente Confcommercio VdA Graziano Dominidiato

Sulla legge regionale, approvata ieri, che rivendica l’autonomia nelle decisioni sulle misure anti-covid, si apre il dibattito. Da una parte la Confcommercio VdA che accorre in soccorso del Presidente Erik Lavevaz, dall’altra la Cgil VdA che taccia il Governo regionale di comportamenti irresponsabili. 

Il Presidente di Confcommercio VdA Graziano Dominidiato chiede che si dia “immediatamente corso alla legge regionale approvata oggi e disciplinare quanto prima le riaperture. Come fatto in estate per le località marittime, anche noi siamo pronti ad aprire le attività e strutture in montagna in totale sicurezza”.

Dominidiato si chiede: “Cosa sarebbe successo se in estate avessero chiuso spiagge e porti? Evidentemente c’è chi a livello nazionale preferisce chiudere sotto la chiave dei decreti l’inverno e la stagione turistica invernale applicando due pesi e due misure”.

Un “forte sostegno” a Lavevaz e a tutte le forze politiche che hanno sostenuto la legge, con Dominidiato a chiedere “per il bene dell’economia valdostana e la salvaguardia delle imprese, sempre nel rigoroso rispetto dei protocolli per la salute delle persone, di adoperarsi per la salvaguardia di chi crea occupazione, crea ricchezza e distribuisce reddito al sistema Valle d’Aosta”.

Dalle parti di Confcommercio, però, non è sfuggito il fatto che la legge regionale sia stata approvata, ieri, senza i voti del Progetto Civico Progressista, gruppo di cui fa parte proprio l’Assessore Jean-Pierre Guichardaz, che ha tra le sue deleghe il turismo ed il commercio. “Manifestiamo grande dispiacere e rammarico per la posizione assunta dal nostro assessore”.

La Cgil VdA: “Non si gioca sulla pelle dei lavoratori e dei cittadini. Il Governo regionale sia responsabile”

Opposta la visione della Cgil Vda, che in una nota si dice perplessa nel vedere “con quanta disinvoltura si sia passati dal chiudere tutto (a livello turistico-commerciale) da un giorno all‘altro al libera tutti di oggi. E ci domandiamo a questo punto in che mani sia la salute dei lavoratori e di tutti noi”.

Pur consci delle difficoltà dei lavoratori del mondo sciistico, turistico e commerciale – “siamo tra i primi ad aver messo i puntini sulle i sulla questione degli aiuti anticrisi – il sindacato si dice contrario ad “un libera tutti” per i possibile effetti che avrebbe sull’ospedale.

“Chiediamo responsabilità al Governo regionale e chiediamo prudenza per tutelare la salute di tutte le lavoratrici, dei lavoratori e dei cittadini tutti. E ci chiediamo anche a questo punto perché la scuola non riapre?”

Per la Cgil Vda “il nostro tessuto produttivo va salvaguardato e un possibile “apri e chiudi” non crediamo giovi all’economia valdostana. Scontiamo pesantemente scelte poco lungimiranti per quanto concerne le politiche industriali incentrate. come è spesso accaduto negli ultimi tempi, all’ economia di alcuni, ma non di tutti.”

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo