Cambio in Giunta a Brissogne: largo ai giovani

Ander Minuzzo assume l'incarico di Assessore in sostituzione di Augusto Giorgio Lugon. La scelta ha spiegato il Sindaco, Italo Cerise deriva da un accordo preso all'inizio della legislatura per consentire ad una persona più giovane di fare esperienza.
Lugon e Minuzzo
Politica

Cambio in Giunta a Brissogne. Ander Minuzzo assume l’incarico di Assessore  in sostituzione di Augusto Giorgio Lugon. La scelta ha spiegato il Sindaco, Italo Cerise deriva da “un accordo preso all’inizio della legislatura finalizzato a consentire ad una persona più giovane di fare una adeguata esperienza amministrativa, utile per il futuro suo e della nostra lista, visto anche l’indisponibilità di Giorgio a ricandidarsi alle prossime elezioni amministrative.”
Con il passaggio del testimone fra Lugon e Minuzzo, la Giunta ha anche ridefinito le deleghe. Ernesto Messelod prima all’Ambiente e Agricoltura passa alla Pubblica Istruzione e Servizi Sociali lasciando il primo assessorato proprio al nuovo arrivato.

Al centro del Consiglio comunale, svoltosi mercoledì 28 gennaio, il Centro comunale di servizi in località Pâcou. Il primo cittadino ha comunicato all’assemblea, l’insediamento nel centro, dopo l’apertura del bar/trattoria, dal 12 gennaio scorso della farmacia e dal 19 dell’ambulatorio medico. Nei prossimi mesi il centro ospiterà anche la biblioteca e uno sportello comunale decentrato.

Tra i punti all’ordine del giorno anche la modifica della convenzione e dello statuto dell’Associazione dei comuni L’Ëve che ha in carico la gestione del servizio depurativo e dei collettori fognari comprensoriali.
La novità riguarda la definizione dei rapporti finanziari con la previsione di tre distinte tranche di pagamento e l’ufficializzazione dell’ingresso nell’associazione del comune di Fénis ed il coinvolgimento dell’intero territorio di Nus.

Il Consiglio ha chiuso i lavori approvando la convenzione con la Società Autoporto per la fornitura di acqua destinata al consumo umano. “A seguito dell’ultimazione dell’acquedotto dell’Ile Blonde – ha precisato il sindaco Italo Cerise – abbiamo chiesto al BIM, il Bacino Imbrifero Montano, che ha competenza sul servizio idrico integrato, di poter considerare questa fornitura come vendita all’ingrosso di acqua alla Società Autoporto, di cui è giusto ricordarlo, siamo soci all’1%. La risposta del Consorzio è stata favorevole, passaggio questo che, oltre a garantire un’interessante entrata nel nostro bilancio, quantificabile in poco meno di 10mila euro, per l’acqua che sarà a servizio della Torre delle comunicazioni, porterà in deduzione la tariffa per tutti gli utenti di Brissogne”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica