Celva, Stella Alpina: “Sulla presidenza bisogna decidere tutti insieme”

Ennio Subet: "I numeri dell'Uv, dopo gli ultimi scossoni, sono cambiati, dobbiamo decidere tutti insieme il da farsi". E su Giordano "Non è una questione di nomi ma di metodi".
Una riunione dei sindaci
Politica

"L’individuazione del nuovo Presidente emerga da un confronto all’interno dell’Assemblea del Celva, fondato sulla più ampia condivisione." E’ questo l’auspicio che arriva dai componenti del Consiglio permanente degli Enti locali della Stella Alpina, riunitisi ieri sera.

Mercoledì scorso dal consesso dei sindaci Uv era uscito l’annuncio della candidatura alla Presidenza del Celva di Bruno Giordano. "Non spetta all’assemblea dei sindaci unionisti -.sottolinea Ennio Subet, primo cittadino di Charvensod – designare il successore di Gerandin, anche perché con gli ultimi scossoni, i numeri dell’Uv sono cambiati. Dobbiamo valutare tutti insieme il da farsi, nella prossima riunione del 29 gennaio".

Niente questioni personali con Giordano,  anche se Subet non nega che un eventuale voto segreto possa riservare delle sorprese. "Se uno non è libero di scegliere, allora forse la votazione sul Presidente va fatta a scrutinio segreto".

Sul Celva è intervenuto oggi anche il Presidente della Regione, Rollandin, nella consueta conferenza stampa di Giunta. ‘Il Celva ha sempre lavorato in autonomia e le scelte sono sempre state fatte dall’assemblea dei sindaci, quindi non c’è nessun ok e non c’è nessun veto’.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte