Consiglio comunale ‘caldo’ sullo sgombero neve e sul governatore calabrese Scopelliti

Il Consiglio comunale si accende parlando di neve, durante il dibattito sulla variazione di bilancio. “Si spende troppo per scelta politica”, dicono ALPE e PD. “Sono spiccioli”, replica Baccega.
Il banco della giunta al Consiglio comunale
Politica

"Lo sgombero neve è diventato il servizio alla persona più importante per il Comune di Aosta": lo denuncia Dina Squarzino, Consigliere comunale dell'ALPE, durante la discussione sulla variazione al bilancio nella seduta del Consiglio comunale di oggi, martedì 20 luglio. "Un servizio che scatena ogni anno le proteste dei cittadini non può costare così tanto – aggiunge Giuliana Ferrero del PD – e soprattutto non può avere una crescita esponenziale. Le cifre testimoniano scelte politiche in questo senso". Nella variazione al bilancio, sono stati stanziati 220 mila euro per il servizio di sgombero neve, giungendo ad un importo complessivo di oltre un milione di euro.

L'assessore alle finanze Mauro Baccega (Stella Alpina) definisce quella odierna "la variazione di bilancio più misera che io ricordi", sostenendo che vengono stornati risparmi di costi in alcune aree, tra cui 25 mila euro nelle politiche giovanili e 45 mila euro nei servizi sociali, destinati, oltre allo sgombero neve, per i servizi informativi del Municipio (200 mila). "Ricordo che quest'anno è nevicato – spiega l'assessore – in modo drammatico a gennaio e febbraio. Non vedo un cambiamento di rotta politico, ma una gestione oculata e attenta ai problemi dei cittadini".

I toni si sono poi accesi per una nomina istituzionale, il collegio dei revisori dei conti, per il quale Carlo Curtaz, capogruppo dell'ALPE ha richiesto "cortesia istituzionale perché il confronto sui nomi avvenga prima del dibattito nell'aula del Consiglio". Il sindaco, Bruno Giordano ne ha approfittato per levarsi qualche sassolino dalla scarpa, citando un articolo
apparso su "Informazione", il mensile dei Verdi, a firma della Squarzino: "La richiesta è condivisibile, ma fatta da voi, mi pare fuori luogo".

L'articolo, intitolato "Giuseppe Scopelliti, sponsor di Bruno Giordano, e alcune vicende calabresi", espone, in maniera allusiva, il legame tra il governatore calabrese, alcuni imprenditori e la giunta aostana, appoggiata apertamente da Scopelliti, intervenuto ad Aosta durante la campagna elettorale: "Dobbiamo finirla con l'inutile stagione dei veleni – conclude il sindaco – e con queste allusioni inaccettabili, nelle quali ci sono tutti gli estremi per una querela, che comunque non presenterò".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte