Costi della politica, Alpe: “La proposta della maggioranza è una fotocopia della nostra”

"La maggioranza - scrive il Movimento - si ritrova a dover presentare solo nel 2012 queste modifiche “fotocopia” perché quattro anni fa le ha bocciate, dipingendole come proposte populistiche e demagogiche".
Alberto Bertin
Politica

"La maggioranza si ritrova a dover presentare solo nel 2012 queste modifiche “fotocopia” perché quattro anni fa le ha bocciate, dipingendole come proposte populistiche e demagogiche". Cosi in una nota Alberto Bertin dell’Alpe commenta la proposta di legge presentata ieri dai Capigruppo di maggioranza e sottoscritta anche dal Partito democratico.

"Allora – scrive l’Alpe – si proponeva di limitare i contributi mensili ai gruppi nel seguente modo: a) euro 1000 per componente, fino al secondo; b) euro 500 per componente, dal terzo al decimo; c) euro 300 per componente, a partire dall’undicesimo. Oggi, la maggioranza propone: a) euro 840 per componente, fino al quinto; b) euro 615 per componente, dal sesto al decimo; c) euro 500 per componente, a partire dall’undicesimo."

E anche sul vitalizio nel 2008 l’Alpe proponeva un  rapporto uno ad uno, come previsto per ogni lavoratore dipendente.
"Per quanto ci riguarda – continua l’Alpe –  prevedevamo le modifiche al cosiddetto vitalizio soltanto per una fase transitoria per poi giungere, dalla prossima legislatura, all’eliminazione dell’istituto in questione."

L’Alpe ricorda infine al Presidente Rini come le norme proposte ieri siano arrivate "solo a causa delle pressioni del Governo Monti e dell’opinione pubblica".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte