Dopo la rottura con l’Uv il PD si allea con Psi e IdV. Donzel: “il nemico non è Alpe, ma la destra”

Il Pd in una conferenza stampa illustra la propria strategia per le prossime comunali. E sui rumors che parlano di una lista civica ad Aosta: “Sosterremo qualsiasi lista civica che si opponga alla deriva di destra”.
Politica

Domina il buon umore all'interno del Pd valdostano. Gli assessori comunali uscenti e i consiglieri del gruppo Pd-Psi hanno accolto i giornalisti con il sorriso sulle labbra alla conferenza stampa svoltasi questo pomeriggio, sabato 10 aprile, nella sede del partito.

Alder Tonino spiega il motivo dell'incontro: "Abbiamo sentito il bisogno di esprimere la posizione del gruppo comunale uscente all'indomani della scelta dell'Uv di andare a destra. Vorremmo innanzitutto chiarire che non ci sentiamo né scaricati né traditi. Ci sentiamo coerenti. Secondo noi la scelta dell'Uv è sbagliata e non ha nulla a che vedere con il modo in cui è stata guidata la città". E ribadisce: "Non siamo stati scaricati, è che qualcuno ha scelto di andare in un'altra direzione"; mentre Giuliana Ferrero aggiunge: "Non hanno scaricato noi, hanno scaricato la città".
Il Pd alle prossime comunali dopo la rottura con l'Union non andrà da solo, "stiamo costruendo – ancora Tonino – una coalizione che rispecchi i valori del centro sinistra". Il Pd e il Psi rivendicano il loro "buon governo" e dichiarano di voler lavorare "in continuità di quanto fatto". Il segretario regionale, Raimondo Donzel a dimostrazione dell'evocato "buon governo" ricorda che "al centro degli attacchi dell'opposizione del Pdl, in questi anni, non sono finiti i provvedimenti assunti da noi, quanto piuttosto quelli presi da esponenti dell'Uv". "Non stiamo dicendo addio alla città", precisa Donzel "Stiamo costruendo una coalizione che se la può giocare". Assieme ai democratici e ai socialisti correrà anche l'Italia dei valori, e in sala c'erano anche il coordinatore Marco Belardi ("è una scelta necessaria vista la scelta scellerata dell'UV") e Lorella Vezza.

Rumors parlano anche di una lista civica ad Aosta, "Sosterremo qualsiasi lista civica che si opponga alla deriva di destra". E l'Alpe? "L'Alpe non è il nostro nemico: il nemico sono quelli che vogliono dare la città alla destra. Siamo anche disposti ad allargare la coalizione – chiosa Donzel -, ma non posso dirlo io, è una decisione che va presa tra i tre gruppi".

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte