I sindaci dicono sì al bilancio nonostante i tagli. Gerandin: “dimostrazione di maturità”

Il bilancio regionale prevede per i comuni tagli ai trasferimenti per quasi 10 milioni di euro (per la parte relativa agli investimenti), mentre le comunità montane arriveranno 500 mila euro in meno.
Riunone del Celva
Politica

Dopo tante polemiche i sindaci hanno detto “sì” all’ultima finanziaria regionale. “La nostra è stata una prova di maturità”, ha detto Elso Gerandin, presidente del Cpel. Ieri pomeriggio i primi cittadini hanno incontrato Rollandin e Lavoyer, nonché i tecnici dell’assessorato al Bilancio che hanno illustrato i vari punti della nuova Finanziaria locale e del bilancio di previsione.

Per i comuni ci saranno tagli ai trasferimenti per quasi 10 milioni di euro (per la parte relativa agli investimenti), mentre le comunità montane arriveranno 500 mila euro in meno. Nonostante questo nella conferenza stampa che ha seguito l’assemblea si respirava un clima sereno e di soddisfazione. Gerandin parla di “una boccata d’ossigeno” e si riferisce “all’intenzione della Regione di presentare un emendamento nella manovra locale per permettere agli enti locali di rifinanziarie gli impianti di risalita”.

Ad oggi non si potrebbe fare, la legge nazionale 122 del luglio scorso, nota anche come finanziaria, vieta di ricapitolarizzare le partecipate comunali, società che i comuni devono liquidare entro la fine del 2011. “La Regione ci permette di rimetterci soldi, il che vuol dire che quest’inverno possiamo partire, c’era infatti il rischio di non poter aprire gli impianti”. L’emendamento non è ancora stato votato, “speriamo lo facciano presto”.

“Poi ci hanno assicurato che a livello nazionale hanno intenzione di modificare la parte della 122 nella quale si parla di partecipate, per consentire ai comuni di mantenere quelle con un saldo attivo”. Ancora in pericolo, quindi, il futuro degli impianti di risalita, che notoriamente (almeno in Valle) sono società in perdita.
Il Cpel assieme al vescovo di Aosta, Giuseppe Anfossi, ha organizzato per venerdì 19 un appuntamento con Lorenzo Dellai, presidente della provincia autonoma di Trento. Si parlerà di federalismo alle 17,30 nel seminario vescovile.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica