Joel Farcoz è il nuovo Presidente dell’Uv dopo la Réunion

Su 439 votanti, Farcoz ha raccolto 324 voti e viene così eletto Presidente  dell'Union Valdôtaine. Sulle alleanze politico-amministrative Farcoz propone una valutazione di volta con il ritorno al "ni droite ni gauche".
Joel Farcoz
Politica

La sfida a due nel congresso della riunificazione tra Uv, Alliance Valdotaine e Mouv-VdA Unie la vince Joel Farcoz, 37 anni di Gignod, ingegnere, già Assessore regionale all’Istruzione e cultura.

Su 439 votanti, Farcoz ha raccolto 324 voti e viene così eletto Presidente  dell’Union Valdôtaine. Alla vicepresidenza Joel Farcoz ha scelto Patrizia Morelli, proveniente da Alliance Valdôtaine.

A Daniele De Giorgis, sindaco di Lillianes, altro candidato alla Presidenza sono andati 113 preferenze.

 

Congresso Uv Joel Farcoz
Congresso Uv Joel Farcoz

Gli intenti del nuovo Presidente

Tre le parole chiavi che possono riassumere il programma di Joel Farcoz alla guida dell’Union Valdôtaine: identité, participation et action. Nel suo discorso il neopresidente ha parlato  anche delle alleanze di carattere politico e amministrativo che, di volta in volta, richiederanno una valutazione della posizione migliore per la Valle d’Aosta all’insegna del motto “ni droite ni gauche” per rimettere così al centro l’azione politica del Movimento. “Il dialogo e le intese di carattere politico e amministrativo dovranno essere regolate secondo disposizioni chiare dettate dal Movimento e attraverso i suoi organi, gli unici luoghi deputati a queste discussioni” ha detto Farcoz.

Per il nuovo Presidente “riunirsi sotto l’emblema dell’Union è l’unica maniera per potere avere una Valle d’Aosta forte, dove respirare dell’ottimismo e dove i giovani possano essere contenti di investire il loro tempo e energia invece di emigrare come purtroppo sta avvenendo”.

 

10 risposte

  1. troppe novità troppi nomi nuovi….Morelli mai sentita e gia mi immagino i nomi che vorranno riunire sotto lo stesso emblema…Vierin Caveri Perron Marquis Chatrian avanti tutta

  2. Leggo di lotte contro qualcuno e contro qualcosa dappertutto. L’unica cosa per cui dovreste lottare sono per una sanità migliore, per una scuola migliore, per condizioni di imprenditorialità migliori e per collegamenti trasportistici migliori! E basette bene: queste sono tutte competenze regionali, quindi responsabilità vostre! Prima di guardare a Roma, guardate a casa vostra che ne avete già da lavorare…

  3. Tra eletti e base vincono gli eletti come sempre. Tornati alla situazione precedenti le scissioni delle Presidenze Perron e Pastoret. Cambiare senza nulla cambiare: si sono condannati a morte di nuovo. Ma sto giro rischiano seriamente con l’avanzata senza freni di Fratelli d’Italia. Complimenti per il casino in cui si vi siete ficcati democraticamente. Sono vostre scelte, non le contesto, ma democraticamente dovrete poi accettare anche che alle prossime regionali eletti e vertici UV sceglieranno come alleati di maggioranza al governo regionale solo il centrodestra unito, con tutte le conseguenze che ne deriveranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte