Le sorprese arrivate da alcuni comuni

Aosta continua a essere una roccaforte di voti per il centrosinistra anche se, rispetto al 2008, con l’ingresso in campo del M5S e dell’Uvp, il distacco fra la coalizione del Galletto e quella dell’Uv si è assottigliato.
Politiche 2013 - Sala stampa
Politica

Senza il gioco delle tre preferenze le elezioni politiche in Valle regalano ai partiti non poche sorprese.
Il capoluogo regionale continua a essere una roccaforte di voti per il centrosinistra anche se, rispetto al 2008, con l’ingresso in campo del Movimento 5 Stelle e dell’Uvp, il distacco fra la coalizione del Galletto e quella dell’Uv si è assottigliato.
Nel 2008 Roberto Nicco, risultato poi eletto, si portò a casa 8396 voti sui 21579 disponibili, staccando Ego Perron di 1926 voti e Giuseppe Gambardella (Pdl) di 3814.
Oggi Jean-Pierre Guichardaz con i suoi 5077 voti sui 20475 disponibili, si tiene dietro Rudi Marguerettaz di 670 voti, Roberto Cognetta di 1238 e Viérin di 1827 voti.
Situazione pressoché identica al Senato dove Patrizia Morelli stacca Albert Lanièce di 743 voti e Stefano Ferrero del M5S di 2.266 preferenze in meno.

Guardando alla Camera Laurent Viérin riesce ad espugnare alcune delle fortezze guidate da unionisti doc, vicini ad Augusto Rollandin, come Chatillon, Doues, Introd e va vicino al risultato nel paese del Presidente della Regione, Brusson, dove solo 10 voti separano Marguerettaz dall’ex Assessore alla Cultura.
Terre di conquista, diventano anche per Viérin, alcuni dei comuni vicini ad Alpe come Saint-Christophe o Champorcher. A Etroubles, guidata dal primo cittadino di Alpe, s’impone la liste Vallée d’Aoste con Rudi Marguerettaz e Albert Lanièce mentre a Rhemes-Notre-Dame, con sindaco del Pd, i nomi vincenti sono quelli di Albert Lanièce e Laurent Viérin.

Non va meglio neanche a Morgex, altro comune “rosso”, dove se al Senato Morelli supera di 55 preferenze Lanièce, alla Camera Viérin stacca Guichardaz di 89 voti. L’accoppiata Viérin-Morelli funziona anche in molti comuni della Gran Paradis come Saint-Pierre, Villeneuve e ancora Saint-Nicolas. A Charvensod e Aymavilles, comuni guidati da sindaci di o vicini a Stella Alpina, la vittoria va a Laurent Viérin.

Vittoria facile per quasi tutti i candidati nei propri paesi di origine. Lanièce a Champdepraz conquista 271 voti, 217 in più della Morelli. Quest’ultima ad Arvier arriva a 243 voti mentre Lanièce si ferma a 155. Laurent Viérin a Jovecan si vede assegnare 221 preferenze, 142 in più di Rudi Marguerettaz. A Torgnon, paese di Carlo Perrin e Albert Chatrian di Alpe, la lista Per la Valle d’Aosta porta a casa i due punti.
Il Movimento 5 Stelle è invece il primo partito al Senato a Gressoney-La-Trinité mentre alla Camera è seconda all’Uvp e a Pont-Saint-Martin seconda alla Lista Vallée d’Aoste.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica