Maquignaz guida la Commissione “Servizi sociali”. Alpe: “è un segnale di chiusura”

Dopo le dimissioni di Gianni Rigo, del Partito Democratico, la presidenza torna in mani Uv. Morelli: “la maggioranza riporta sotto la sua ala protettiva una commissione che ad inizio legislatura era stata assegnata alla minoranza”.
Gabriele Maquignaz - consigliere regionale
Politica

Dopo le dimissioni di Gianni Rigo, del Partito Democratico, sarà l'unionista Gabriele Maquignaz a guidare la Commissione "Servizi sociali" del Consiglio regionale.

"Le tematiche affrontate dalla Commissione – ha dichiarato Maquignaz, dopo la sua elezione di ieri, venerdì 4 giugno – hanno una ricaduta diretta sui cittadini e sulla qualità della loro vita, poiché siamo chiamati ad esaminare provvedimenti che riguardano la sanità pubblica, la salute, i servizi sociali, la cultura e lo sport".

L'elezione del neopresidente ha lasciato spazio ad alcune polemiche. E a sollevare la prima obiezione è Patrizia Morelli, dell'Alpe: "la maggioranza riporta sotto la sua ala protettiva una commissione che ad inizio legislatura era stata assegnata alla minoranza".

"Lo interpretiamo come un segnale di chiusura della maggioranza nei confronti dell'opposizione – ja aggiunto Morelli – che smentisce la pretesa volontà di collaborazione più volte espressa dal Presidente Rollandin".

La Commissione è così composta: Gabriele Maquignaz (Presidente), Hélène Impérial (Vicepresidente), Emily Rini (Segretario), Alberto Crétaz, André Lanièce, Patrizia Morelli e Gianni Rigo.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica