Paolo Louvin lascia definitivamente la guida di Vallée d’Aoste Vive

Il 28 giugno l'assemblea degli iscritti designerà il suo successore. 'L'impronta personale della sua azione - si legge in una nota - è stata decisiva nella nascita e nella crescita di una forza politica nuova'.
Paolo Louvin
Politica

Dopo aver presentato le proprie dimissioni da segretario il 27 febbraio scorso – dimissioni poi respinte all’unanimità dalla segreteria degli arancioni, Paolo Louvin  ieri, 5 giugno, ha ripresentato al direttivo la propria richiesta. E sarà l’assemblea degli iscritti, convocata per il 28 giugno, a designare il suo successore.

“L’impronta personale della sua azione – si legge in una nota diffusa dal movimento – è stata decisiva nella nascita e nella crescita di una forza politica nuova che è giunta in meno di trenta mesi a consolidare una presenza significativa nella Regione e ha testimoniato la capacità e l’importanza di un approccio disinteressato e nobile all’azione politica”.
Lascia la segreteria anche Dario Carmassi che fino ad oggi ha svolto la funzione di tesoriere.

Il direttivo di Vallée d’Aoste Vive è stato anche l’occasione per analizzare il voto delle elezioni regionali del 25 maggio: “L’accordo elettorale attuato con Renouveau Valdôtain – si legge nel comunicato – ha permesso di conseguire il significativo risultato di cinque seggi nel prossimo Consiglio regionale. Essere oggi la seconda forza politica del nuovo Consiglio regionale ci impegna a proseguire il cammino con rinnovata energia”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica