Rinviata a venerdì l’elezione del presidente del Consiglio

Tutta l’opposizione, Movimento 5 Stelle compreso, ha annunciato la decisione di non votare il nome proposto da Stella Alpina e Uv, Emily Rini, per la guida dell’assemblea valdostana. "Pretendiamo il confronto". Elezione rinviata a venerdì 5 luglio.
Politica

"Siamo delusi per questo atteggiamento e vi invito a studiarvi bene il regolamento perché non si può imporre il nome del Presidente del Consiglio." Raimondo Donzel, consigliere del Pd bacchetta la “risicata maggioranza” che poco prima con Ego Perron aveva proposto il nome di Emily Rini per il ruolo di Presidente del Consiglio regionale, senza un confronto con la minoranza.

Tutta l’opposizione, Movimento 5 Stelle compreso, ha annunciato la decisione di non votare il nome proposto da Stella Alpina e Uv per la guida dell’assemblea valdostana e di abbandonare l’aula facendo cosi mancare il numero legale. L’elezione del Presidente del Consiglio è slittata quindi a venerdì 5 luglio, quando basterà una maggioranza semplice per eleggere la massima carica istituzionale. “Un presidente – ha spiegato Laurent Viérin – che dovrà contare sul suo voto per essere eletto e il cui nome, pur appartenendo alla maggioranza stessa, avrebbe potuto essere, per garbo istituzionale, concordato o per lo meno discusso con le opposizioni, proprio per il ruolo di garante di tutta l’assemblea”.

A chiedere un cambiamento nelle modalità di elezione del Presidente del Consiglio Valle è stato anche Stefano Ferrero del Movimento 5 Stelle. “Vi invitiamo ancora a riflettere un momento e a riconsiderare la decisione assunta perché la figura del Presidente come arbitro non può che essere rappresentato che dalla minoranza, alla luce di questo risultato elettorale. “

E per Alpe Patrizia Morelli ricorda "Il presidente deve essere un garante e pertanto va condiviso. Non apprezziamo questi metodi, la Valle d’Aosta non è l’Union Valdôtaine."

A criticare la scelta della minoranza sono stati i due capigruppo di Stella Alpina e Uv, Stefano Borrello e Ego Perron. "Sono imbarazzato e stupito" ha sottolineato il primo mentre il Presidente del Mouvement ha chiesto la convocazione di una conferenza dei rappresentanti dei gruppi consiliari, svoltasi poco dopo ma dalla quale non è uscito ancora il nome del nuovo Presidente.

GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica