Rollandin: “La posizione della Giunta regionale sul People Mover non è cambiata”

Question time di Alpe durante il Consiglio regionale di oggi, mercoledì 9 febbraio. Per il presidente della Regione il progetto procederà a tappe. Louvin: “Telcha aspetta di vedere quello che fa la Regione e poi salterà sul carro”.
Consiglio regionale
Politica

“Il progetto del metrò e quello del teleriscaldamento andranno di pari passo?”. A chiederselo sono i consiglieri di Alpe che durante il Consiglio regionale di oggi, mercoledì 9 febbraio, hanno chiesto chiarimenti su quanto ha dichiarato il presidente di Telcha, Riccardo Trisoldi durante un’audizione alle commissioni consiliari evidenziando l’estraneità della stessa società nella connessione del progetto di teleriscaldamento urbano di Aosta con l’ipotizzato Metro o People Mover.
“Ciò contrasta evidentemente con quanto sostenuto finora circa il collegamento fra le due opere – ha detto il capogruppo di Alpe, Roberto Louvin – e le stesse ragioni di connessione evidenziate nello studio di fattibilità preliminare eseguito su commissione della Giunta regionale.”

“Quando il progetto sarà presentato – ha risposto il presidente della Regione, Augusto Rollandin – si potrà capire la differenza fra un metrò e un People mover. Il programma di Telcha procederà secondo tappe legate ai finanziamenti e questo non esclude il fatto che, quando il progetto sarà definito, l’intenzione dell’amministrazione regionale è di coordinare i lavori con con l’installazione del teleriscaldamento. La posizione dell’esecutivo regionale sulla realizzazione del People Mover non è cambiata”.

Nella replica, il Consigliere Louvin ha evidenziato che “ciò che ci è stato riferito è molto grave, perché significa che la Telcha aspetta di vedere quello che fa la Regione e poi salterà sul carro. Ma ad oggi è vigente una concessione per cui l’intera opera è a carico della Telcha, quindi di soci privati. Se si percorre la strada che ci ha indicato ora, ci sembra un fatto estremamente serio e crediamo che ci saranno non poche resistenze.”

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte