Saint-Christophe: dubbi sulla compatibilità di tre consiglieri

I due gruppi di minoranza hanno infatti avanzato dubbi di incompatibilità nei confronti dei tre consiglieri di maggioranza: Diego Betemps, Corrado Giachino e Roberto Armenghi.
Paolo Cheney
Politica

Si apre tra le polemiche il primo consiglio comunale di Saint-Christophe della nuova era del primo cittadino Paolo Cheney. I due gruppi di minoranza  “Autonomie Communale” e “Lista civica per Saint-Christophe” hanno infatti avanzato dubbi di incompatibilità nei confronti dei tre consiglieri di maggioranza: Diego Betemps, Corrado Giachino e Roberto Armenghi. Il primo è  presidente del Carnevale di Sorreley, il secondo capo distaccamento dei vigili del fuoco volontari e in entrambi i casi le due realtà ricevono contributi comunali con una percentuale superiore al 10%. Roberto Armenghi è invece  titolare di una società che si occupa di impianti elettrici che ha contratti attivi con l'Amministrazione di Saint-Christophe.

La loro posizione sarà quindi  verificata e in caso di effettiva incompatibilità, porterà i tre consiglieri dovranno scegliere tra la rinuncia della poltrona o l’incarico ricoperto al di fuori del Comune.

La nuova giunta comunale proposta da Cheney che si tiene le deleghe all’istruzione pubblica, urbanistica, programmazione, è composta dal vice sindaco  
Chantal Certan che si occuperà di cultura, bilancio, personale e tecnologie innovative, da Dino Barmasse (servizi e assistenza sociale), Corrado Giachino (patrimonio, manutenzioni, opere pubbliche), Leo Nex (agricoltura e foreste e rapporti con i consorzi), Patrick Tibone (protezione civile, sicurezza del territorio, ambiente ed energie rinnovabili) e Luca Zuccolotto (commercio, turismo, sport e trasporti)

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte