A cinque vini valdostani i “tre bicchieri” del Gambero rosso

Si tratta del Valle d'Aosta Chambave Moscato Passito Prieuré 2012 Crotta di Vegneron, il Valle d'Aosta Chambave Muscat 2012 Vrille, il Valle d'Aosta Fumin 2012 Ottin, il Valle d'Aosta Petite Arvine 2013 Le Crêtes e il Pinot Gris 2013 Lo Triolet.
Società

"Un territorio particolare che genera vini particolari, purtroppo ancora costretti a prodotti di facile consumo. Così la Valle d’Aosta non esprime ancora in pieno il suo potenziale, anche se il panorama è vivace, con la nascita costante di nuove aziende e nuovi investimenti." Così la Guida Gambero Rosso 2015, di cui una prima anticipazione è uscita in questi giorni. La prestigiosa guida ai vini italiani conferma i "Tre bicchieri" a cinque prodotti valdostani: il Valle d’Aosta Chambave Moscato Passito Prieuré 2012 Crotta di Vegneron, il Valle d’Aosta Chambave Muscat 2012 Vrille, il Valle d’Aosta Fumin 2012 Ottin, il Valle d’Aosta Petite Arvine 2013 Le Crêtes e il Valle d’Aosta Pinot Gris 2013 Lo Triolet. Esce purtroppo dal gruppo di premiati il Valle d’Aosta Petite Arvine Château Feuillet.

Ad accompagnare l’assegnazione dei prestigiosi riconoscimenti un giudizio in chiaro scuro. "Non sempre si centra l’obiettivo – si legge nell’anticipazione della Guida sulla Valle d’Aosta –  manca un’analisi più approfondita al connubio vitigno/terroir, per esempio, ma l’attitudine alla sostenibilità e l’interesse ai vitigni autoctoni segnano due importanti punti a favore."

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società