Capodanno da tutto esaurito, ottima affluenza fino all’Epifania. E ora si aspettano gli stranieri

Il periodo di feste da sempre è appannaggio degli italiani mentre da oggi in avanti il turismo parla prevalemente straniero, a cominciare dai russi che proprio oggi festeggiano il Natale ortodosso.
Società

Non è mancato nulla a chi ha scelto la Valle d’Aosta per trascorrere le festività natalizie. Sole e neve hanno fatti felici i turisti ma sopratutto gli operatori valdostani. "Fino a Capodanno in tutta la Valle d’Aosta si è registrato il tutto esaurito – spiega Silvana Perucca, Presidente dell’Adava – dal 2 gennaio e fino all’Epifania ha continua a esserci un’ottima affluenza". Il periodo di feste da sempre è appannaggio degli italiani mentre da oggi in avanti il turismo parla prevalemente straniero, a cominciare dai russi che proprio oggi festeggiano il Natale ortodosso.

"Da questa settimana vi sarà un ricambio di clientela – continua la Perucca – con i grandi comprensori che continueranno a lavorare bene grazie all’arrivo dei russi, degli scandinavi, degli inglesi ma anche dei polacchi. Soffrirà di più invece la vallata centrale e i fondovalle delle vallate laterali". Sul proseguio della stagione influirà poi la meteo. "Mentre per le festività la gente si sposta comunque – spiega ancora la Perucca – da ora in avanti, sopratutto per i weekend, sarà molto importante il tempo."

Soggiorni ancora tendenzialmente brevi per gli italiani arrivati in Valle, con una media come spiega la Perucca di 3/4 notti.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni, Società
Società