Courmayeur, al via stasera la rassegna “Passione Verticale”

Al Jardin de l'Ange saranno presenti le guide Edmond Joyeusaz e Federico Colli che racconteranno la loro Ski Challenge himalayana, ovvero il tentativo di effettuare la prima discesa con gli sci del Lhots.
Edmond Joyeusaz
Società

Prende il via questa alle ore 21 a Courmayeur la rassegna "Passione verticale", dedicata al mondo dell’alpinismo.  Al Jardin de l’Ange saranno presenti le guide Edmond Joyeusaz e Federico Colli che racconteranno la loro Ski Challenge himalayana, ovvero il tentativo di effettuare la prima discesa con gli sci del Lhots

La rassegna proseguirà poi sabato 2 agosto con una serata dedicata a Pierre Mazeaud. L’alpinista francese ha dato forfait all’ultimo. Delle sue imprese parleranno il giornalista e scrittore esperto di montagna Marco Albino Ferrari e il regista Gilles Chappaz, autore di un documentario che esplora le molteplici sfaccettature della biografia del leggendario alpinista amico di Bonatti. 

Mazeaud, primo francese, assieme a due connazionali, a completare l’ascensione al Monte Everest nel 1978, per decenni è stato uno dei protagonisti dell’alpinismo mondiale. Magistrato e uomo politico, ha coperto ruoli di primaria importanza in seno all’Assemblée Nationale, ed è stato presidente dell’Alta Corte di Giustizia. Una figura poliedrica, capace di incarnare 30 anni di storia francese.

Marco Albino Ferrari sarà a Courmayeur anche mercoledì 13 agosto, alle ore 18, al Jardin de l’Ange, in qualità di ospite e protagonista del terzo appuntamento della Preview, mini rassegna che precede il Festival delle Nuove Vie (21 al 23 agosto). L’autore, direttore della rivista “Meridiani Montagne”, presenterà al pubblico il suo ultimo libro, “Le prime albe del mondo”, dialogando con Sophie Tavernese.

Passione Verticale prevede inoltre il 9 agosto un incontro con Arnaud Petit e Stéphanie Bodet, coppia nella vita e nel mondo dell’arrampicata. Il 17 agosto sarà presente invece un terzetto tutto femminile: Angelika Rainer, vincitrice della coppa del mondo di ice climbing, tre volte campionessa mondiale della specialità, Anna Torretta, unica donna nella Società delle Guide Alpine di Courmayeur, pluricampionessa italiana di arrampicata su ghiaccio, vice-campionessa del mondo, e Linda Cottino, giornalista specializzata in alpinismo, trekking e montagna, appassionata camminatrice. 

Oltre agli incontri la rassegna propone anche alcune proiezioni cinematografiche in collaborazione con il Cervino CineMountain Festival. Nel cartellone ci sono il film “180° South”, di Chris Malloy (4 agosto), “Il neige à Marrakech”, cortometraggio di Hicham Allayat, seguito da “Vite tra i vulcani”, di Mario Casella e Fulvio Mariani (11 agosto), “Verso Dove”, di Luca Bich, dedicato alla figura di Kurt Diemberger (18 agosto).

La serata Best of Alpinism, il 14 agosto, alle 21.15, sarà invece dedicata alla proiezione del film “Piolet d’or Carrière – premio Walter Bonatti”, che racconta del prestigioso riconoscimento intitolato al grande alpinista che forse più di ogni altro ha incarnato lo spirito della Passione Verticale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte