Da lunedì chiude la piscina di Aosta. Insorgono le società sportive

Una decisione che non è piaciuta a molti utenti e soprattutto alle quattro società e agli enti di promozione sportiva che lavorano nella struttura. Un malumore arrivato sui social network con l’apertura di una pagina “Non chiudiamo la piscina di Aosta”.
Società

Se i pattinatori valdostani, da qualche mese, possono tirare un sospiro di sollievo per la riapertura del Palaghiaccio di Aosta, il vento della protesta si sposta di qualche centinaio di metri per soffiare su un altro impianto sportivo: la piscina coperta regionale.
Da qualche giorno all’ingresso della struttura campeggia un cartello che informa la clientela della chiusura dell’impianto da lunedì prossimo 10 dicembre e fino ai primi di gennaio, per lavori di manutenzione all’impianto di riscaldamento.
Una decisione che non è piaciuta a molti utenti e soprattutto alle quattro società e agli enti di promozione sportiva che lavorano nella struttura. Un malumore arrivato sui social network con l’apertura di una pagina Facebook “Non chiudiamo la piscina di Aosta”.

Il malumore delle società sportive
“Nessuno ci ha informato della chiusura – spiega Alessandro Gastaldo del Nuoto Club Valle d’Aosta – abbiamo dovuto apprenderlo dal cartello esposto all’ingresso. Per noi è un danno non indifferente visto che siamo in fase di preparazione per i campionati italiani assoluti, una sorta di serie A del nuoto e, entro febbraio, scadono i tempi limite. Inoltre durante le vacanze di Natale organizziamo sempre doppi allenamenti e anche le famiglie con i bambini a casa, sfruttano maggiormente la struttura.”

La società tessera 52 agonisti che ora dovranno trovare altre acque in cui allenarsi. “I disagi non mancheranno visto che dovremo chiedere ai genitori di accompagnare i ragazzi in altre strutture e le alternative sono Variney o Saint-Vincent. Qualcuno ci ha già chiesto il rimborso delle quote associative”. Gastaldo come molti utenti di Facebook si domanda poi perché questi interventi non possano essere eseguiti durante l’estate. “E’ lo stesso capitolato – sottolinea Gastaldo –  a prevedere che i lavori di manutenzione vengano fatti durante il mese di chiusura di agosto”.

Stesso disappunto espresso anche da Edoardo Giovannetti dell’Acqua Team Aosta. “Noi come Acqua Team e Aosta Nuoto abbiamo una settantina di tesserati. Stiamo andando in questi giorni a chiedere degli spazi acqua ma i gestori non sono organizzati ad accoglierci, anche perché durante il periodo natalizio le piscine sono prese d’assalto dai turisti. Il disagio ci sarà sicuramente, cosi come le proteste dei genitori”.

La replica dell’Assessore Marguerettaz e dei gestori
Sulle ragioni della chiusura parla l’Assessore regionale allo Sport Aurelio Marguerettaz: “Il problema della piscina è noto, l’anno scorso c’erano state non poche proteste da parte degli utenti che si lamentavano di aver freddo. L’Assessorato ai lavori pubblici ha quindi avviato le procedure e le modalità per risolvere questi problemi e ha scelto il periodo di minore affluenza per eseguire i lavori necessari, evitando cosi di fare passare un altro inverno in queste condizioni”.

Parole confermate anche dai gestori, la società Regisport. “Un anno e mezzo fa – spiega Gianluca Fea – la Regione ha rifatto l’impianto di ventilazione della piscina che però non è mai funzionato perfettamente, ora l’amministrazione regionale ha chiesto l’intervento della ditta per eseguire il collaudo e per effettuare altri lavori di manutenzione che, ovviamente, non potevano essere fatti d’estate quando i riscaldamenti non funzionano. Si è scelto in accordo con la Regione il periodo che potesse creare minori disagi. La Regione conta di poter terminare i lavori prima di 30 giorni e, quindi, per il 10 di gennaio o già per l’Epifania, la struttura potrà tornare operativa. Una data precisa potremo, comunque, conoscerla solo dopo la prima settimana di lavori”.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte