Disturbi di apprendimento: 200 nuove segnalazioni nell’anno scolastico 2009/2010

Le segnalazioni sono arrivate al Consultorio Aosta Ovest. La struttura, dall'anno scorso, è diventata sperimentalmente polo unico di valutazione psicologica e logopedica con un bacino di utenza composto da 5.937 alunni di scuole di diverso grado.
Sede dell'USl della Valle d'Aosta
Società

Nell’anno scolastico 2009-2010 sono stati 200 i nuovi casi di bambini con rischi di apprendimento arrivati al Consultorio Aosta Ovest. La struttura, dall’anno scorso, è diventata sperimentalmente polo unico di valutazione psicologica e logopedica con un bacino di utenza composto da 5.937 alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° e 2° grado.

 

Con il consenso dei genitori, all’arrivo della richiesta il Consultorio avvia un percorso diagnostico e di presa in carico del ragazzo da parte di logopedisti, psicologi, neuro psicomotricisti, assistenti sociali e neuropsichiatri infantili. Il team di operatori contatta la famiglia, definisce tempi e modalità di valutazione, formula un’ipotesi diagnostica e propone un percorso riabilitativo (oppure un approfondimento specialistico). Una parte di queste valutazioni permette la certificazione di un disturbo specifico di apprendimento, anche in attuazione della legge regionale del 2009 sulla dislessia.

 

Nel corso dell’anno scolastico 2009/2010  Il 75% dei ragazzi aveva concluso a fine giugno la valutazione multi professionale. Di questi il 64% era in corso di trattamento riabilitativo; il 15% è stato invece affidato al neuropsichiatra.

 


 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società