Ernia inguinale, il 29 novembre visite gratuite in Ospedale e a Châtillon

In occasione dell’iniziativa “Porte aperte all’ernia inguinale” verranno effettuate visite gratuite per la diagnosi precoce dell'ernia inguinale e delle ernie della parete addominale.
L'ospedale regionale Umberto Parini
Società

Visite gratuite per per la diagnosi precoce dell’ernia inguinale. E’ quanto propone per il 29 di novembre la società italiana della Chirurgia dell’Ernia e Chirurgia della Parete Addominale (ISHAWS). In Valle d’Aosta l’iniziativa ha visto l’adesione della Struttura complessa di Chirurgia Generale dell’ospedale “Parini” di Aosta.

“Con l’avvento della chirurgia laparoscopica – precisa Rosaldo Allieta, direttore della SC Chirurgia Generale – anche queste tecniche hanno avuto un miglioramento tecnologico, tanto che il nostro reparto si è distinto in questo settore con l’organizzazione di numerosi corsi destinati a chirurghi provenienti da vari nosocomi italiani, consentendo così all’ospedale “Parini” di assurgere a centro di riferimento per la cura delle ernie inguinali e delle ernie o dei laparoceli (sventramenti) della parete addominale”.

In Valle d’Aosta ogni anno sono circa 250 i pazienti che vengono operati di ernia inguinale presso la struttura regionale. Per quanto riguarda le ernie della parete addominale o gli sventramenti, dal 2001 sono stati operati 500 pazienti di cui 300 trattati in laparoscopia e 200 in chirurgia tradizionale. La degenza media attuale è di 2 giorni.

In occasione dell’iniziativa “Porte aperte all’ernia inguinale” verranno effettuate visite gratuite per la diagnosi precoce dell’ernia inguinale e delle ernie della parete addominale.  Le visite si svolgeranno sabato 29 novembre presso l’Ospedale “Parini” all’ambulatorio numero 1 della piastra, dalle 9 alle 12 e presso il poliambulatorio di Châtillon/ambulatorio di Chirurgia, dalle 9 alle 12.

Le visite chirurgiche saranno effettuate da medici specialisti che a titolo di volontariato effettueranno la valutazione e forniranno indicazioni per un eventuale intervento chirurgico. I cittadini potranno presentarsi direttamente in ambulatorio, senza prenotazione.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società