Gignod incorona Lucky, Farca e Couronne

In prima categoria, domenica 10 aprile, si è affermata la bovina dei fratelli Cunéaz di Valpelline, in seconda quella di Aurelio Cretier di Saint-Christophe. Per la terza categoria il bosquet va Couronne di Angelo Letey di Valpelline.
Farca di Aurelio Cretier
Società

Otto bovine della Coumba Freide e della Valpelline hanno conquistato due terzi delle 12 qualificazioni in palio nella quarta eliminatoria delle Batailles de reines a Gignod. 127 le bovine presentate (25 in prima categoria, 48 in seconda e 54 in terza) con a primeggiare nella pesatura Negrò di Domenico Chenal di Oyace con 755 chili. A centrare la doppia qualificazione sono stati Aurelio Crétier di Saint-Christophe, Claudio Pomat di Etroubles e i fratelli Cunéaz di Valpelline, alla seconda qualificazione in combat diversi è arrivato anche Elio Cerisey di Gignod.

In prima categoria a vincere è stata Luky dei fratelli Cunéaz  di Valpelline, 700 chili, alla prima qualificazione, su Rigotta di Michel Meynet di Sarre, più leggera di 50 chili. In semifinale si sono arrese, con la qualificazione alla finalissima assicurata, Lady di Claudio Pomat di Etroubles,710 chili,e Seresse dei fratelli Cuneaz di Valpelline,670 chili.

In seconda categoria si è imposta Farca di Aurelio Cretier, 565 chili, su Venise dello stesso allevatore di Saint Christophe, più leggera di 5 chili. Al terzo posto troviamo due bovine di Etroubles: Sauvage di Lino Jordan, 565 chili, e Promesse di Claudio Pomat, 570 chili. Farca aveva vinto a Gignod in terza categoria nel 2009 e l’anno scorso si era classificata seconda a Verrayes in seconda dopo aver perso con Regina di Pierre Bethaz.

Tra le bovine più leggere ha primeggiato Couronne di Angelo Letey di Valpelline, 470 chili, su Dragon di Simon Charbonnier di Aosta,510 chili, con terze a pari merito Suisse di Didier Barailler di Oyace, 510 chili, e Venise di Elio Cerisey di Gignod,500 chili.  Couronne  aveva già vinto in terza categoria lo scorso anno a Valpelline per arrivare ai quarti di finale nella finale regionale alla Croix Noire, arrendendosi alla vice regina Freisa dei fratelli Quendoz.

Tra gli allevatori (36 con almeno una reina qualificata per la finale) la società La Borettaz di Gressan ha 7 bovine finaliste, seguono con 2 Aurelio Cretier di Saint Christophe, Michele Bionaz di Brissogne, i fratelli Quendoz di Jovencan, Elio Cerisey di Gignod, i fratelli Cuneaz di Valpelline, Luca Rean di Saint Marcel, Elena Ducler  di Champorcher, la famiglia Desayeux-Follin di Antey e Claudio Pomat di Etroubles.

Domenica quinta eliminatoria a Challand-Saint-Victor.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società