“Grazie per la vostra accoglienza, l’affetto e la simpatia”. Il Papa in visita alla città

“Speriamo in un tempo buono per le vacanze, come io sono in vacanza. E senza incidenti” ha scherzato il Santo Padre. Al rientro a Les Combes, Ratzinger non ha potuto visitare gli anziani della microcomunità di Introd.
Il Papa in visita alla città di Aosta
Società

“Grazie per la vostra accoglienza, l’affetto e la simpatia. Speriamo in un tempo buono per le vacanze, come io sono in vacanza. E senza incidenti, come è successo a me”. Si è congedato così, scherzando, Benedetto XVI dai fedeli, che in Cattedrale ad Aosta, hanno recitato insieme a lui i vespri. Non sapendo, probabilmente, che fuori iniziavano a cadere le prime gocce di pioggia.

Un incontro con la comunità cristiana che è in Valle d’Aosta e un abbraccio con i turisti e i curiosi che lo hanno atteso lungo le poche centinaia di metri che separano piazza Arco d’Augusto con piazza Giovanni XXIII. Già dal primo pomeriggio, infatti, la folla ha iniziato a radunarsi le vie del centro città nell’attesa dell’arrivo di Benedetto XVI per la recita dei Vespri. Accolto dalle autorità civili e dal Vescovo di Aosta, mons. Giuseppe Anfossi, poco dopo le 17,15 il papa è stato accompagnato all’interno della chiesa dai canonici del capitolo della Cattedrale.

Ad ascoltare l’omelia del Santo Padre c’erano almeno 400 persone: i sacerdoti, i religiosi e rappresentanti dei consigli parrocchiali della diocesi. Il Papa ha centrato la propria omelia tutta su un dio lontano che si fa vicino all’uomo e alle sue sofferenze. “Una società senza Dio è una società senza bussola, incapace di trovare un orientamento per affrontare la crisi economica del presente, ma anche i drammi, le sofferenze”.

L’incontro in Cattedrale è stata anche l’occasione per uno scambio di doni: il Papa ha regalato un calice al Vescovo di Aosta, ricevendo dalle mani di Mons. Anfossi i paramenti sacri.  A chiudere la recita dei vespri è stato forse il canto più tradizionale della chiesa valdostana, l’inno alla Vergine Maria “O Reine Immaculée”.

Ma prima di fare rientro nel suo chalet di Les Combes, a causa del maltempo Ratzinger non ha potuto visitare gli anziani ospiti della microcomunità di Introd come era nel programma.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte