Il Palaghiaccio sarà gestito dalle società sportive. “Riapriremo al pubblico per Natale”

Il Comune di Aosta infatti ha aggiudicato la struttura al raggruppamento formato dalla A.S.D. Artistique H.I.L. Valle d’Aosta e dalla A.S.D. Hockey Club Aosta Gladiators, l'unico ad essersi presentato alla gara bandita dall'Amministrazione comunale.
Palaghiaccio di Aosta
Società

Potrebbe riaprire al pubblico per Natale il Palaghiaccio di Aosta. Il Comune di Aosta infatti ha aggiudicato la struttura al raggruppamento formato dalla A.S.D. Artistique H.I.L. Valle d’Aosta e dalla A.S.D. Hockey Club Aosta Gladiators, l’unico ad essersi presentato alla gara bandita dall’Amministrazione comunale.  La base d’asta dell’appalto era di 16mila euro, Iva esclusa, alla quale si devono aggiungere le spese di combustile  –  il gestore dovrà concorrervi fino a 50mila euro – le spese per l’energia elettrica e dell’acqua che verranno praticamente divise fra Comune e gestore. La gara è valida per due anni, fino al settembre 2014 ma rinnovabile per altri due.

Le società sportive hanno in concessione la struttura dalla fine del settembre scorso ma solo per gli allenamenti ora, con l’affidamento definitivo, le porte del palaghiaccio potranno riaprirsi al pubblico. "Contiamo  – spiega Massimo Indelicato della A.S.D. Artistique H.I.L .Valle d’Aosta  – di riaprire a Natale perché sarebbe un atout dal punto di vista turistico e vorremmo farlo con uno spettacolo di pattinaggio artistico".

Le due società hanno presentato un corposo progetto gestionale, oltre 50 pagine, nel quale, spiega ancora Indelicato, si pongono come obiettivo quello di riallacciare i contatti con le scuole, organizzando corsi per le istituzioni scolastiche ma anche per disabili. Inoltre durante l’estate verranno organizzati centri estivi e campi sia per società italiane che straniere. I gestori vogliono poi riportare delle grandi manifestazioni all’interno dello stadio del ghiaccio.

"Siamo soddisfatti perché gestendo noi la struttura – continua Indelicato – abbiamo la garanzia che non dobbiamo sbagliare altrimenti saremo noi i primi a pagare, quindi abbiamo tutta la volontà di fare e di fare bene". Inizialmente sarà riattivato il bar ma poi i nuovi gestori vogliono aprire anche il ristorante che dovrà però essere attrezzato di cucina, ad oggi assente.

"Crediamo nel progetto – spiega il vice presidente della A.S.D. Hockey Club Aosta Gladiators, Fabrizio Berti –  sarà dura ma partiamo con entusiasmo".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte