La montagna come luogo privilegiato per coltivare la passione per la fotografia

Sono aperte le iscrizioni ad una serie di workshop fotografici organizzati per il nuovo anno dall’Associazione Mountain Photo Festival. Tutti i dettagli su programmi, date e costi dei workshop sono a disposizione sul sito internet www.pwvda.com
Foto di Andrea Botto
Società

“Un'esperienza fotografica intensa ed indimenticabile, durante la quale sarà possibile conciliare l'aspetto tecnico con quello emozionale”. E’ quanto promettono di far vivere ai partecipanti i workshop fotografici organizzati per il nuovo anno dall’Associazione Mountain Photo Festival.

“Con questo nuovo progetto – spiega Alessandro Ottenga, presidente dell'Associazione  culturale Mountain Photo Festival  – l’associazione rilancia la montagna come luogo privilegiato per coltivare la passione per la fotografia. Abbiamo prestato particolare attenzione alla selezione dei professionisti valdostani e non, così come alle locations e alle strutture che ospiteranno tutti i workshop: il nostro obiettivo è che i partecipanti ai workshop vivano la Valle d'Aosta dal di dentro, senza sentirsi mai degli osservatori esterni, bensì facendosi coinvolgere in prima persona dalle situazioni e dalle tematiche che saranno proposte loro”.

Il primo appuntamento è per il 26, 27, e 28 febbraio con le versioni invernali dei workshop di alta montagna curati da Marco Spataro e dei trekking fotonaturalistici tenuti da Roberto Andrighetto e Enzo Massa Micon, in programma quest'ultimo dal 12 al 14 marzo. A seguire il workshop di fotografia sportiva a cura di Giorgio Neyroz e le successive edizioni primaverili estive ed autunnali dei trekking fotonaturalistici.

Infine, grazie alla collaborazione con l'agenzia Contrasto, a salire in cattedra da maggio a settembre saranno alcuni tra i più fotografi italiani: Andrea Botto con un workshop dal titolo “Il paesaggio fra rischio ed eccellenza”, Maurizio Montagna e Luigi Gariglio rispettivamente con un workshop sulla fotografia di architettura e uno sul ritratto ambientato. Infine, Denis Curti, Direttore dell'agenzia Contrasto di Milano, e Francesco Zanot tratteranno il tema trasversale e particolarmente attuale della progettualità fotografica, curando un  seminario dal titolo "L'inserimento della fotografia nei sistemi dell'editoria, dell'advertising e dell'arte".

Le iscrizioni ai workshop sono già aperte e a quanti decideranno di aderire entro il 6 gennaio 2010 l’associazione offrirà uno sconto.
Il costo di iscrizione  ai singoli workshop varia da un minimo di 200 ad un massimo di 240 euro, importo a cui andranno aggiunti i costi di pernottamento nelle strutture convenzionate.
Tutti i dettagli su programmi, date e costi dei workshop sono a disposizione sul sito internet www.pwvda.com oppure contattando la segreteria organizzativa dell'Associazione Mountain Photo Festival (tel. 0165/263988 – email info@pwvda.com).

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società