Maggiore collaborazione tra esercenti e forze dell?ordine

A seguito delle vicende di cronaca che hanno interessato la Valle nei giorni scorsi, (vandalismi, risse finite con accoltellamenti, atti di violenza) le decisioni assunte nella riunione del Comitato per l'Ordine e la...
Società

A seguito delle vicende di cronaca che hanno interessato la Valle nei giorni scorsi, (vandalismi, risse finite con accoltellamenti, atti di violenza) le decisioni assunte nella riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica (COSP) cominciano a concretizzarsi.
Il Questore di Aosta ha cominciato infatti gli incontri con gli esercenti per definire misure efficaci sia sotto il profilo della vigilanza che gli esercenti devono svolgere, sia per una maggiore diffusione nei locali di sistemi di video sorveglianza. Tolleranza zero è diventata la parola d?ordine, anche nei confronti di quegli esercenti che non saranno collaborativi con le forze dell?ordine. Oggi il Questore Salvatore Aprile, ha incontrato i rappresentanti valdostani dell’Associazione imprese di intrattenimento danzanti e di spettacolo (Silb-Fipe) ai quali ha ribadito la necessità di una maggiore collaborazione.
“L’obiettivo della riunione – ha spiegato il Questore – era di arrivare ad una maggiore sicurezza sul territorio nei fine settimana. Polizia e carabinieri si sono impegnati nel garantire un maggiore controllo, sia amministrativo sia preventivo, con più pattuglie nelle strade”. ?I gestori ci hanno assicurato da parte loro il massimo impegno in questa direzione. Per esempio, in caso di tensione nei locali devono essere allertate le forze dell’ordine prima che scoppino pericolose risse. Ulteriori mancanze in questo senso non saranno più tollerate”.
Su un piano più operativo i gestori dovranno dotarsi di impianti di videosorveglianza, all’interno e all’esterno dei locali, di personale di sicurezza maggiormente qualificato e, per evitare l’introduzione di armi bianche nei propri locali, l’uso di metaldetector agli ingressi.
“Il nostro obiettivo è rifare la notte in Valle d’Aosta – ha detto Lilli Breuvé, presidente del Silb-Fipe, che ha manifestato soddisfazione per i contenuti dell?incontro – e a chi esce in quelle ore deve essere garantita la massima sicurezza nei nostri locali?.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società