Miele, nel 2014 cala del 30% la produzione ma aumenta la qualità

Il 24, 25 e 26 ottobre torna la tradizionale sagra di Châtillon con la premiazione dei 54 mieli ammessi al ventesimo concorso della Valle d'Aosta.
Società

Nonostante il maltempo dei mesi estivi che ha ridotto del 30% la produzione, il miele valdostano continua ad accrescere la propria qualità. Ne è una prova il Concorso mieli della Valle d’Aosta, giunto alla ventesima edizione e che quest’anno ha registrato solo un 7% di campioni eliminati (su 58 solo 4 scartati) contro il 14% degli anni scorsi.

Per conoscere i nomi dei vincitori dell’edizione 2015 bisognerà aspettare domenica 26 ottobre, alle 10.30, quando, in concomitanza con la tradizionale sagra di Châtillon, si terranno le premiazioni. La mostra mercato aprirà come consuetudine alle ore 10. Quest’anno accanto ai 22 stand dei produttori valdostani sarà presente la Città del miele di Limana e la Cooperativa sociale toscana di Mulazzo “Il pungiglione”. La giornata di domenica sarà ricca di appuntamenti per grandi e piccini. Per quest’ultimi saranno organizzati dei laboratori creativi a tema country nella terrazza della biblioteca comprensoriale a cura della Cooperativa La Giostra di Aosta. Bambini protagonisti anche della mostra che verrà allestita presso la biblioteca e che raccoglie i lavori svolti dalle scuole primarie e dell’infanzia di Châtillon.
Alle 10 e alle 15 il Cai organizza la passeggiata della durata di circa due ore, “Châtillon dagli antichi Ru al miele” mentre nel pomeriggio sarà possibile prendere parte a delle degustazioni di strada gratuite a cura di esperti assaggiatori e dei tecnici dell’Assessorato regionale all’Agricoltura. Prenotazioni in loco dalle 13.30. Dalle 11 e fino alle 18 gli studenti dell’Ipra proporranno in piazza Duc abbinamenti del miele con il cibo.

“Per noi la sagra del miele rappresenta un appuntamento molto importante. – ha ricordato oggi il primo cittadino di Chatillon, Henry Calza – Oltre alla valorizzazione di un prodotto è un momento ancora più importante per la promozione del nostro territorio visto l’interesse che la sagra suscita da tutti gli appassionati che arrivano da fuori valle. Dobbiamo quindi puntare a essere tutto l’anno città del Miele”

La manifestazione inizierà venerdì 24 ottobre con il coinvolgimento di 330 bambini delle scuole primarie di primo grado in un percorso informativo e didattico a cura dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e dell’Associazione Consorzio apistico Valle d’Aosta. La prima giornata di iniziative si chiuderà all’Istituto professionale regionale alberghiero con una cena a base di miele.
Sabato nella sala Londres a partire dalle 15 sono in programma alcuni incontri tematici sulla situazione sanitaria mentre nella biblioteca comprensoriale si terranno laboratori dibattiti sull’educazione alimentare per adulti e bambini curati dalla biologa Antonia Tosi e laboratori creativi.

“Questo evento – ha ricordato l’Assessore regionale all’Agricoltura, Renzo Testolin – vuole essere un punto di arrivo e di partenza di un lavoro che coinvolge l’Assessorato che ha come mission la fornitura di servizi alle 450 aziende attive in Valle d’Aosta con 6100 arnie”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte