No ai TIR annuncia nuove iniziative di blocco del traffico pesante

Nel pomeriggio di ieri la strada di accesso al Traforo del Monte Bianco sul versante francese è stata ostruita da una manifestazione che ha obbligato all'interruzione della circolazione nei due sensi di marcia. A bloccare...
Società

Nel pomeriggio di ieri la strada di accesso al Traforo del Monte Bianco sul versante francese è stata ostruita da una manifestazione che ha obbligato all’interruzione della circolazione nei due sensi di marcia. A bloccare il traffico pesante sono stati i NO TIR della vallata di Chamonix per il superamento dei limiti richiesti dalle istituzioni locali. Per i NO TIR il passaggio di mezzi pesanti si starebbe ormai attestando oltre i 1.500 mezzi giornalieri con punte superiori ai 2.000 mezzi con ripercussioni sulla qualità dell’aria.
Il Coordinamento contro il Ritorno dei TIR ha sollecitato “la convocazione urgente del Comitato Regionale Trasporti da parte del Presidente Caveri, il quale – si legge in una nota- si è impegnato a provvedere in tal senso, solo dopo le olimpiadi invernali.
Il comitato non ha escluso nuove iniziative di blocco del traffico pesante, anche dal lato valdostano del Tunnel. L’invito, infine, è stato rivolto al Senatore Augusto Rollandin “ad agire puntualmente e concretamente per la ratifica senza condizioni, da parte del Parlamento italiano, del protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società