Nuovi mezzi per i volontari del soccorso di Châtillon

Una delle due ambulanze dismesse in aprile partirà per un altro viaggio in Senegal insieme ad altri mezzi devoluti da altre associazioni d’Italia.
Don Paolo Chasseur benedice i mezzi
Società

Sabato 10 aprile alle ore 16.00 presso la sede dei Volontari del Soccorso a Châtillon sono stati inaugurati i nuovi mezzi di soccorso acquistati dall'Organizzazione.
Il parco mezzi dell'Associazione si arricchisce di un'autovettura Fiat Grande Punto Evo 453 che sostituisce l'attuale veicolo che dopo undici anni e 290.000 Km viene dismesso,e di due nuove ambulanze che andranno a sostituire le corrispondenti attualmente in servizio e che consistono in mezzi Volkswagen T5 con trazione integrale di adeguata motorizzazione.

Una delle due ambulanze dismesse in aprile partirà per un altro viaggio in Senegal insieme ad altri mezzi devoluti da altre associazioni d'Italia. La vecchia ambulanza 451 avrà infatti ancora tanto da dare a Dakar, dove è stata donata dai Volontari attraverso l'Ong Mouvement Solidarité Internationale, il responsabile sul posto Seringe Abdou Ndao Mbacké provvederà a destinarla a qualche distretto sanitario senegalese della zona di Touba o Dakar.

Come ha ricordato il presidente dell'Associazione Mauro Cometto, l'acquisto dei mezzi è stato possibile specialmente grazie alle quote raccolte con il 5×1000, ai fondi accantonati con le quote di ammortamento versate all'Associazione dall'Azienda Usl Valle d'Aosta e alle donazioni da enti vari come il coro delle Penne Nere di Aosta e l'Associazione Arcangelo San Michele. Il Presidente ha ringraziato Les Amis du Coeur per aver offerto il defribrillatore che è già stato installato sul nuovo mezzo.

Partecipazione autorevole all'evento anche del Vice Presidente Nazionale dell'Anpas (Associazione nazionale delle pubbliche assistenze) Luciano De Matteis; l'assessore alla Sanità e Politiche sociali Albert Lanièce ha a questo proposito ricordato che l'entrata a far parte dell'Anpas che rappresenta " una grande volontà di legarsi ad altre realtà nazionali e che porterà sicuramente un valore aggiunto a tutto il nostro sistema di emergenza". Lanièce sottolinea inoltre che la nuova sede della Federazione ad Aosta contribuirà sicuramente ad un miglioramento delle attività delle singole associazioni "trainate anche dall'esempio del lavoro svolto finora da Chatillon/Saint-Vincent". L'assessore infine ricorda la convezione in scadenza con l'Azienda Usl Valle d'Aosta e anticipa che "si stanno valutando le nuove esigenze diventate più onerose e che attualmente eccedono le risorse messe a disposizione. Riconosciamo l'importanza dell'impegno in questo ambito, per questo stiamo valutando attentamente le richieste che provengono dai vertici della Federazione (regionale dei volontari del soccorso n.d.r)".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte