Riforma costituzionale, anche Legambiente dice “No”

“Siamo veramente preoccupati - commenta la Presidente Alessandra Piccioni - per la deriva verticistica di questa riforma, estranea allo spirito dei padri costituenti".
Alessandra Piccioni, vice presidente Legambiente VdA
Società

Riteniamo più che fondate le argomentazioni e condividiamo le preoccupazioni che animano i promotori dei Comitati nazionale e regionale". Così Legambiente Valle d’Aosta nell’annunciare in una nota l’adesione al fronte del "No" alla riforma costituzionale.

“Siamo veramente preoccupati – commenta la Presidente Alessandra Piccioni – per la deriva verticistica di questa riforma, estranea allo spirito dei padri costituenti.  E’ palese l’insofferenza verso i corpi intermedi della società, associazioni, sindacati, autonomie locali; tutto è funzionale ad un presunto efficientismo al servizio delle logiche di mercato, cioè dei grandi gruppi finanziari. Come dire: nessun rispetto l’ambiente e logica del profitto massimo ed immediato.”

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società