Successo per il concorso Photeau & Videau destinato ai giovani valdostani

I ragazzi, di età compresa tra i 12 e i 19 anni, hanno aderito con entusiasmo, realizzando più di 400 fotografie e video dedicati all'acqua, e aggiudicandosi i ricchi premi in palio. Ieri si è svolta la premiazione delle opere migliori.
I premiati del concorso
Società

Senza acqua non esiste vita. Sono più di 150 i ragazzi valdostani che hanno reso omaggio a questa risorsa primaria, aderendo al concorso Photeau & Videau, organizzato dal Bim, Bacino Imbrifero Montano della Valle d'Aosta. Ai giovanissimi partecipanti, di età compresa tra i 12 e i 19 anni, era stato chiesto di produrre degli scatti fotografici o dei video ispirati al tema "Io e l'acqua in Valle d'Aosta". Era ammesso l'utilizzo di qualsiasi mezzo digitale, telefono cellulare, videocamera o fotocamera, e le immagini potevano essere ritoccate o sonorizzate a volontà. I premi in palio erano sicuramente allettanti: computer portatili, i-phone, videocamere, macchine fotografiche digitali. L'iniziativa ha ottenuto un successo superiore alle aspettative: sono state inviate via mail o caricate su You Tube oltre 400 opere, tra le quali la giuria ha dovuto selezionare le migliori. Unico comune denominatore, la creatività. Alla luce dell'entusiasmo con cui i giovani valdostani hanno risposto all'appello, gli organizzatori già pensano a una seconda edizione del concorso, nato per sensibilizzare le nuove generazioni sul tema della tutela dell'acqua e del rapporto che l'uomo intrattiene con essa dalla notte dei tempi. Ieri al pub Gekoo di Aosta si sono svolte le premiazioni dei vincitori.

A vinvere l'I-phone sono stati Michel David Bovo, diciottenne di Pont-Saint-Martin, con "Ricordi che affiorano", Thierry Vuillermoz, diciassettenne di Saint-Christophe, con "Sognando il mare", Simone Ivoli, quindicenne di Aosta, con "Acqua, uomo e pensieri", Gioele Fonte, tredicenne di Saint Christophe, con "Acquedotto", Elena Miszczyszyn, diciannovenne di Aosta, con "Dal cielo alla terra, in viaggio verso il mare" e Valentina Agostino, diciassettenne di Sarre, con "Piovono lacrime dal cielo". Una macchina fotografica reflex è il premio attribuito all'opera "L'attimo sfuggente", del sedicenne aostano Alessandro Ragionieri, mentre Mattia Grimod, quattordici anni, di Quart, ha ricevuto un computer portatile per "L'acqua è vita!", e Francesco Carrara, 17 anni, di Valpelline, ha vinto una videocamera per il video "Andando alla dighetta".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte