Eventi di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 22 Marzo 2021 11:58

Dantedì, le iniziative in Valle d’Aosta

Il 25 marzo la biblioteca regionale trasmetterà il I Canto della Divina Commedia letto da Vittorio Sermonti (1929-2016). Il Forte di Bard presenterà in anteprima la mostra dedicata al Sommo Poeta

dantedante

Passando nei pressi della Biblioteca regionale di Aosta giovedì 25 marzo si potrà ascoltare la lettura del I Canto della Divina Commedia di Vittorio Sermonti (1929-2016), intellettuale poliedrico esperto di Dante.

La Biblioteca regionale Bruno Salvadori di Aosta celebra così il Dantedì, giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri e alle sue opere. Per celebrare il Poeta, l’editore Emons, d’intesa con la vedova Sermonti, ha consentito l’utilizzo dell’audiolibro in cui sono contenute le registrazioni della lettura completa della Commedia, in contemporanea in numerose città italiane, in una sorta di flash mob dantesco collettivo.

Il Forte di Bard omaggerà la figura del Sommo Poeta presentando online il progetto espositivo Omaggio a Dante 1321-2021 allestito all’interno della Cappella della fortezza dedicato alla sua opera più celebre, la Divina Commedia; un’anteprima, in attesa di poterlo rendere presto fruibile ai visitatori.

La mostra Omaggio a Dante 1321-2021, ideata dall’Associazione Forte di Bard e da Paola Persello con il contributo grafico di Bruno Testa, è costruita intorno ad un prezioso incunabolo della Divina Commedia, “La Comedia del Divino Poeta Fiorentino Dante Aleghieri”, stampato a Brescia nel 1487 da uno dei primi editori che in Italia utilizzò la stampa a caratteri mobili, appena  inventata da Gutenberg.  Si tratta di Bonino de Boninis, uno dei precursori della stampa in Europa, che decise di stampare un’edizione ancor più pregiata arricchendo il volume con 60 xilografie realizzate da diversi artisti.
L’incunabolo, che sarà esposto al Forte di Bard dal 25 marzo al 6 giugno 2021, proviene dalla collezione del Castello di Castiglione del Terziere, situato a Bagnone (Massa), sede della Fondazione Loris Jacopo Bononi, oggi rappresentata dalla dott.ssa Raffaella Paoletti.

L’allestimento prevede la presentazione di una selezione delle più interessanti xilografie del volume, opportunamente ingrandite, per consentirne una lettura e fruizione ottimali. Le immagini saranno affiancate dai passi corrispondenti della Divina Commedia. Inoltre, un video condurrà i visitatori alla scoperta di altre immagini dell’incunabolo e di alcuni dei più famosi canti danteschi. A conclusione del percorso espositivo, ci sarà un approfondimento della tecnica della xilografia, antica e moderna, con l’esposizione dei legni incisi di un importante xilografo contemporaneo, Gianni Verna, che hanno come soggetto il “Bestiario dantesco”.

Nel video di presentazione online – che sarà pubblicato il 25 marzo sul sito fortedibard.it e sulla pagina Facebook del Forte di Bard – l’attore Andrea Damarco leggerà alcune terzine del celebre poema introdotto dalla Direttrice del Forte di Bard, Maria Cristina Ronc.

 

Tag:

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo