Eventi

Ultima modifica: 26 Giugno 2019 12:59

“I cassetti di Elena”: il libro sonoro, da leggere e ascoltare, presentato ad Aosta

Aosta - Il volume per bambini sarà presentato alla Libreria Brivio di piazza Chanoux, ad Aosta, sabato 29 giugno alle 16.30. All’evento saranno presenti gli autori Enrico Montrosset e Luca Gambertoglio.

I cassetti di Elena

Da sempre e in tutte le culture esiste ed è esistita la pratica di narrare a grandi e piccoli fiabestoriefavole e leggende che si tramandano non solamente con la parola ma anche attraverso il corpo, l’immagine, il suono.

Tutto questo – e molto altro – è “I cassetti di Elena”, un libro sì da leggere, ma anche da guardareascoltare e suonare.

“Una bambina di nome Elena viveva con i suoi genitori. Una sera, dopo che la mamma le aveva dato la buonanotte ed era uscita, Elena sentì un suono lie­ve, misto, che sembrava venire dall’interno della camera. La bambina non si spaventò, un po’ perché era piuttosto coraggiosa, un po’ perché i rumori non erano spaventosi, ma misteriosi. Da dove venivano? Lentamente, alla luce della piccola lampada rossa che stava accesa tutta notte, Elena scese dal letto, tendendo le orecchie…”.

La storia di Elena, che nasce dalla penna dello scrittore Roberto Piumini, racconta di una bambina che, durante la notte, sente dei suoni provenire dall’interno della sua cameretta. Rumori che la trasportano a immaginare secondo il suo personale modo di sentire. Un libro sonoro pensato per un avvicinamento immaginante e al contempo pratico ai suoni e ai rumori, perché possa essere uno strumento educativo, fonte di stupore e di crescita personale e comune. La speranza è che l’ascolto di questo libro sia il punto di partenza per mettersi in ascolto del mondo che suona.

“I cassetti di Elena” sarà presentato alla Libreria Brivio di piazza Chanoux, ad Aosta, sabato 29 giugno alle 16.30. All’evento saranno presenti gli autori Enrico Montrosset Luca Gambertoglio.

Per informazioni è possibile visitare il sito web di bambinisonori.

I cassetti di Elena - libro

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>