Eventi di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 27 Giugno 2019 11:39

A Pont-Saint-Martin arriva il PulsAtion Festival

Pont-Saint-Martin - Nell'ambito della rassegna di concerti PulsAtion, giovedì 4 luglio alle 21.15 appuntamento all'Espace Rencontre dei giardini pubblici di Pont-Saint-Martin con il concerto dei Modus Wind Ensemble “Première”.

Pont Saint Martin

Dal 30 giugno al 6 luglio 2019, la musica protagonista a Pont-Saint-Martin grazie a “Pulsation”, il progetto realizzato dall’associazione culturale Modus con il sostegno del Consiglio regionale, dell’Assessorato regionale del turismo e del Comune di Pont-Saint-Martin.

Il programma dell’iniziativa prevede, da una parte, corsi di perfezionamento in strumenti a percussione, masterclasses, ateliers infanzia e laboratori per ragazzi e adulti e, dall’altra, il Pulsation Festival con una rassegna di concerti animati da ospiti eccellenti.

Il Festival, i cui concerti si terranno tutti all’Espace de la Rencontre (giardini pubblici) sempre alle ore 21.15, prenderà avvio domenica 30 giugno, con il Maestro Fulvio Creux, compositore valdostano e direttore d’orchestra di fama internazionale, che dirigerà, accanto al Maestro Andrea Durante, il Complesso bandistico comunale Città di Albano Laziale “Cesare Durante”. Aprirà la serata l’Orchestra giovanile di fiati InCrescenDO, composta da circa 75 giovani musicisti tra i 12 e i 28 anni provenienti dalla bassa Valle e dall’area del Canavese, diretti dal Maestro Creux, che per l’occasione lavorerà per due giorni con i ragazzi.

Lunedì 1° luglio, Simone Rubino, giovane percussionista torinese tra i più quotati a livello internazionale, si esibirà nelle percussioni a confronto con Bach, sperimentando in una nuova veste musicale l’opera del genio tedesco, facendo dialogare i movimenti della Suite n. 3 in do maggiore per solo violoncello con i lavori di significativi artisti contemporanei, quali Iannis Xenakis, in uno straordinario connubio tra antico e moderno, tradizione e avanguardia.

Martedì 2 luglio, andrà in scena la Worlds Fusion con il Dunia Trio composto dal maestro indiano Arup Kanti Das alle percussioni, dal chitarrista russo Denis Stern e dalla danzatrice Lucrezia Maniscotti. Dunia è un progetto che unisce sonorità e influenze che vanno dalla musica classica indiana alle popolari ballate della terra del Bengala alle melodie e ritmi più mediterranei del flamenco.

Giovedì 4 luglio, si esibirà per una première l’Orchestra Modus Wind Ensemble, formata da musicisti provenienti dalla Valle d’Aosta e dal Piemonte, diretti dal Maestro Fabio Porté e che saranno affiancati dal grande clarinettista valenziano Juan Antonio Fenollar Sala. Il progetto Modus, che ha dato vita in questi anni a numerosi ensembles a geometria variabile, è nato per offrire l’opportunità a giovani studenti di musica di affrontare repertori di alto livello artistico e di lavorare al fianco di importanti solisti e direttori d’orchestra.

L’ultimo atto del Festival Pulsation sarà venerdì 5 luglio con il concerto finale degli allievi del corso di perfezionamento in strumenti a percussione.

Nel programma dell’iniziativa vi sono quattro masterclasses, teliers infanzia e l’Atelier Initiation, un laboratorio di percussioni per ragazzi e adulti, dai sei anni in poi. Tutti i momenti di formazione si svolgeranno alla scuola di località Prati Nuovi, via Caduti del lavoro 19, a Pont-Saint-Martin.

Per maggiori informazioni scarica il programma PULSATION_2019

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo