I lettori di Aostasera, Società

Ultima modifica: 25 Settembre 2018 9:47

“Attacchi di lupi, l’allevamento di montagna sarà forse destinato a scomparire?”

Perloz - Un lettore racconta l'esperienza di un attacco di lupi ai danni delle sue capre.

La capra uccisa da un lupo

Questa mattina mi sono recato a controllare le mie capre in alpeggio nel comune di Perloz come faccio tutti i giorni. Le capre si trovavano all’interno di un recinto elettrificato, ma al mio arrivo quello che ho trovato è stato solo il corpo di una capretta (nata quest’inverno a febbraio) dilaniato e divorato per metà (come si vede dalle foto). Le altre capre, per fortuna, son riuscite a scappare e le ho ritrovate dopo ore di ricerca a ben 4/5 km di distanza visibilmente spaventate. Tra le sopravvissute due capre risultano ferite dall’attacco: una capra ha letteralmente un “buco” in pancia mentre l’altra (una capretta nata anche lei a febbraio) ha subito delle morsicature a livello dell’arto posteriore sinistro.

Dopo aver contattato il Corpo Forestale dello Stato, una guardia forestale è venuta a verificare l’accaduto e ha affermato che molto probabilmente si tratta di un attacco da parte di lupi (a seguito di alcune considerazioni fatte sui resti dell’animale) anche se la certezza assoluta si avrebbe solo trovando le fatte (feci) dell’animale e analizzandole.
A voi giudicare se tutto ciò serve davvero per l’ambiente che ci circonda e se l’allevamento di montagna sarà forse destinato a scomparire.

Alessio Maneglia
22 giugno 2016

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>