Uncategorized di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 1 Marzo 2017 16:20

Bando Anziani, la Lega contro il Comune: “Sugli esuberi solo bugie dalla ditta Centoz & Sorbara”

Aosta - Il Carroccio attacca sulle dichiarazioni di Sindaco all'indomani dell'annuncio del "salvataggio" di tutti i posti di lavoro del famoso appalto, e annuncia una mozione al prossimo Consiglio che "inchioderà Centoz e Sorbara alle loro responsabilità".

I consiglieri della Lega Nord Nicoletta Spelgatti e Andrea Manfrin

Scoperta a polvere sotto il tappeto, anche la Lega Nord Valle d'Aosta attacca il Sindaco di Aosta Fulvio Centoz e l'assessore comunale alle Politiche Sociali Marco Sorbara.

Il Carroccio, sulle ultime trattative riguardo i posti di lavoro legati al Bando sui Servizi agli anziani del Comune di Aosta, si scaglia con decisione contro quelle che definiscono 'le bugie della premiata ditta Centoz & Sorbara', ed in una nota scrivono che: “Non paghi infatti di aver fatto più di una forzatura per assegnare a tutti i costi il servizio entro il primo marzo, con trattative durate fino a notte inoltrata, chiamate alle una del mattino agli operatori e sconcerto di lavoratori ed utenti del servizio, la premiata accoppiata dell’esubero è andata ancora più in là, dichiarando che non vi saranno licenziamenti in una nota ufficiale trasmessa questa mattina alle 10,46”.

Annuncio che ha sdegnato i consiglierei comunali leghisti Spelgatti e Manfrin: “Ci stupisce – prosegue la nota – come possa essere stata fatta una dichiarazione palesemente falsa sia sul presunto accordo sia sui mancati licenziamenti che verranno effettuati a causa del taglio previsti dal bando dando l’ennesima illusione a quei lavoratori che già da stamattina si trovano di fatto disoccupati”.

Poi, il Carroccio annuncia battaglia al prossimo Consiglio comunale di fine marzo: “È evidente che si vogliono solo calmare le acque in attesa che passi la tempesta, ma la Lega Nord dichiara fin da ora la presentazione di una mozione che inchioderà Centoz e Sorbara alle loro responsabilità, sia relativamente alle dichiarazioni, evidentemente false, sia riguardo ai licenziamenti, da noi stimati in circa 40, e che ci faremo latori di una proposta atta a tutelare proprio quei lavoratori e quegli utenti, evidentemente vessati da questa amministrazione”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>