Cva e Casinò, da lunedì la battaglia si sposta in aula

Prende il via nel pomeriggio di lunedì 12 dicembre la quattro giorni di Consiglio regionale dedicata all'approvazione dei due disegni di legge di bilancio.
Consiglio regionale, aula
Altro

Saranno soprattutto la quotazione in borsa di Cva e la disastrosa situazione economica della Casa da gioco di Saint-Vincent a tenere bando nella quattro giorni di Consiglio dedicata alla finanziaria regionale. L'Assemblea si riunirà a partire dalle 15.30 di lunedì 12 dicembre. Il primo giorno di seduta sarà dedicato all'analisi da parte del relatore, il consigliere Leonardo La Torre, dei due disegni di legge. Il dibattito si aprirà invece martedì 13 dicembre per proseguire poi fino a giovedì 15 dicembre, quando è atteso il voto ai due D.L. 

Sulla casa da gioco, dopo l'accordo raggiunto in maggioranza, è stato stralciato il comma 2 dell'articolo 19 che destinava al Casinò 48,6 milioni di euro e previsto solo un fondo provvisorio di 9,3 milioni di euro a copertura delle perdite. Nonostante la decisione di rinviare a dopo il Consiglio le azioni in soccorso della casa da gioco – abbattimenti del capitale sociale e successiva ricapitalizzazione –  la battaglia si concentrerà su questo dossier, finito nel mirino anche della Corte dei Conti e della Procura di Aosta. Lunedì è in programma l'Assemblea dei soci di Casinò ma l'appuntamento non riserverà grandi novità. Posticipato, quindi, a dopo il bilancio anche la soluzione al dopo Scordato. Il direttore generale dimissionario potrebbe non essere l'unica figura di spicco del Casinò a saltare. Da più parti in seno all'attuale maggioranza è stato chiesto e sembra ottenuto un azzeramento dei quadri e del collegio sindacale. 

Altri temi caldi della seduta la quotazione in borsa di Cva e l'obbligo da parte dei comuni di vendere entro marzo le partecipazioni nelle società idroelettriche, la situazione dei contributi all'agricoltura, la querelle dei 177 operai e impiegati forestali assunti dalla Regione a tempo determinato ma anche la decisione di cancellare l'Arss, l'agenzia per le relazioni sindacali. 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Altro, Cronaca