Confidi Cts, il Consiglio di Stato sospende la restituzione dei 5,7 milioni di euro alla Regione

Il Consiglio di Stato ha accolto l'istanza cautelare avanzata da Ascomfidi Nord-ovest soc. coop. subordinandola però alla "prestazione di una garanzia di importo corrispondente al capitale richiesto in restituzione ed ai relativi accessori".
soldi, euro
Cronaca

Confidi Cts non dovrà restituire subito alla Regione i 5,7 milioni di euro, accantonati e non utilizzati al momento della  fusione con l’omologo piemontese.
Il Consiglio di Stato ha infatti accolto l'istanza cautelare presentata da Ascomfidi Nord-ovest, sospendendo l’esecutività della sentenza di primo grado ma subordinandola però alla "prestazione di una garanzia di importo corrispondente al capitale richiesto in restituzione ed ai relativi accessori (interessi compensativi maturati)". Garanzia che dovrà arrivare sotto forma di "fideiussione bancaria o assicurativa, con scadenza fissata al termine in cui verrà depositata la sentenza di merito".

I giudici di secondo grado sottolineano infatti nel provvedimento pubblicato oggi come "l’immediata esecuzione dei provvedimenti impugnati nelle more della definizione del presente giudizio nel merito priverebbe il consorzio confidi appellante di ingenti risorse necessarie per la sua operatività" ma allo stesso tempo "occorre garantire il buon fine dell’azione di recupero intrapresa dalla Regione appellata per l’ipotesi in cui l’esito del presente giudizio sia favorevole a quest’ultima".

L'udienza di merito del ricorso è ora fissata il 15 febbraio 2018.

L'Amministrazione regionale aveva chiesto a Confidi Cts la restituzione delle somme non utilizzate nei Fondi alle piccole e medie imprese alla data della fusione con l'omologo consorzio piemontese "ritenuta legittima, ma non ulteriormente finanziabile da parte della Regione". 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte