Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 2 Dicembre 2019 16:55

Mercoledì 4 dicembre l’ultimo saluto al maestro di sci Edoardo Camardella

La Thuile - Atteso in mattinata il nulla osta ai funerali delle due vittime della valanga staccatasi sabato scorso, 30 novembre, a Punta Helbronner. Numerosi i messaggi di cordoglio. Donate le cornee del giovane valdostano.

Camardella TrailEdoardo Camardella in occasione di un trail estivo (foto da FB).

È atteso per stamane il nulla osta della Procura ai funerali delle due vittime della valanga staccatasi sabato scorso, 30 novembre, a punta Helbronner. I funerali del maestro di sci Edoardo Camardella, 28 anni di La Thuile, sono stati fissati per le 14.30 di dopodomani, mercoledì 4 dicembre (con partenza dal Konver, sopra alla palestra di boulder che il ragazzo gestiva). Il rosario, invece, sarà recitato martedì 3, alle 20.30, nella cappella di San Francesco, sempre a La Thuile.

La famiglia del giovane, che era figlio unico, ha dato l’assenso alla donazione delle cornee. È altresì annunciata l’intenzione di tenere a breve un’asta di tutte le attrezzature del maestro scomparso, il cui ricavato verrà destinato alla Lega Italiana Fibrosi Cistica Onlus. L’iniziativa nasce dall’esperienza di Camardella quale istruttore, sia di sci, sia di arrampicata, con alcuni ragazzi e bimbi afflitti da tale patologia.

La scomparsa del giovane, benvoluto nella sua comunità e tra gli appassionati del freeride, ha scosso la Valle. Tra i messaggi di cordoglio che hanno invaso i social network, soprattutto dei giovani amici della vittima, alcuni istituzionali. Il sindaco Mathieu Ferraris e l’Amministrazione di La Thuile hanno espresso “cordoglio, vicinanza e le più sentite condoglianze ai parenti, amici ed alla comunità tutta, per la prematura ed improvvisa scomparsa del caro Edoardo”.

Stefano Miserocchi, sindaco di Courmayeur, comune in cui si è verificato l’incidente, ha manifestato, a nome dell’intera comunità ai piedi del Bianco, “la propria vicinanza alle famiglie delle vittime, alla comunità di La Thuile e all’associazione Maestri di sci valdostana”.

Parlando subito dopo l’incidente, il Sindaco ha ricordato che “la montagna è luogo sensibile, meraviglioso e a volte traditore come nella triste vicenda di oggi”, ricordando poi come Camardella e Luca Martini, il 32enne di Finale Ligure che ha perso la vita assieme al valdostano (e trascorreva parte di ogni anno a Chamonix), “erano appassionati e conoscitori della montagna, una montagna che oggi ha manifestato il suo volto più duro”.

Aprendo, nella mattinata di oggi, lunedì 2 dicembre, i lavori del Consiglio Valle, anche il presidente dell’Assemblea, Emily Rini, ha espresso “vicinanza alle famiglie di Edoardo Camardella e Luca Martini”, considerando che “talvolta le nostre amate montagne ci svelano il loro lato più duro”. Proseguono, nel frattempo, gli accertamenti del Sagf della Guardia di finanza di Entrèves, sull’accaduto: numerosi testimoni sono già stati sentiti sabato scorso, nelle ore dopo la valanga.

Luca Martini
Luca Martini durante un’escursione in montagna (foto da FB).

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>