Cronaca di Domenico Albiero |

Ultima modifica: 19 Giugno 2018 16:06

Mi negate la residenza? E io prendo a schiaffi il sindaco

Oyace - E' successo a Massimo Chenal, primo cittadino di Oyace, il 14 marzo scorso. La signora in questione, residente ad Aosta, si era vista negare la residenza, così è piombata a casa del sindaco del paese.

Massimo Chenal, sindaco di Oyace

“Non vale neppure la pena parlarne di questa storia”, commenta il sindaco di Oyace, Massimo Chenal, preso a schiaffi a casa sua da una donna. I fatti risalgono al 14 marzo scorso. La signora in questione, residente ad Aosta, si era vista negare la residenza, così è piombata a casa del sindaco del paese. “Ha bussato – spiega Chenal – quando ho aperto me la sono trovata davanti. Lei ha chiuso la porta a chiave, le ha prese, le ha messe in tasca e poi ha iniziato a insultarmi. Mi ha dato uno schiaffone e poi è uscita. Io poi ho chiamato i carabinieri. Non è che le abbiamo negato la residenza, lei ha fatto domanda, la pratica si è svolta tutta correttamente. La domanda è stata accettata, ma quando siamo andati a verificare se effettivamente viveva dove ha chiesto la residenza, non è stata trovata: era ovvio che non abitasse là”.

La donna, che anni fa aveva vissuto a Oyace, è così stata denunciata dai carabinieri di Valpelline per sequestro di persona e violenza a pubblico ufficiale. “Mi dispiace per quello che è successo – continua il primo cittadino di Oyace – ma sono cose che non devono accadere, si può parlare discutere, ma alzare le mani, mai. La signora la conosco bene, ha dei problemi, ma non avrei mai pensato che arrivasse a piombarmi in casa”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>