Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 19 Maggio 2019 12:16

Polstrada, un arresto e una denuncia nella notte

Aosta - Al traforo del Monte Bianco è finito in manette un camionista 43enne, risultato colpito da vari provvedimenti di carcerazione. A Nus, invece, gli agenti hanno trovato ubriaco alla guida un 22enne.

I nuovi uffici della Stradale, sul piazzale italiano del Traforo.

Un arresto e una denuncia, nella notte che ha portato al fine settimana, per la Polizia stradale della Valle d’Aosta. A finire in manette, nella tarda serata di ieri, venerdì 17 maggio, è stato un 43enne di nazionalità rumena, residente in Irlanda. Era alla guida di un tir fermato per un controllo, dagli uomini della Sottosezione di Courmayeur, al traforo del Monte Bianco ed è risultato essere colpito da tre provvedimenti di carcerazione, relativi ai reati di furto aggravato, ricettazione e riciclaggio, per un totale da scontare di 4 anni di reclusione. L’uomo è stato condotto in cella a Brissogne.

Poche ore dopo, verso le 3 di oggi, sabato 18, una pattuglia della Sottosezione di Pont-Saint-Martin ha fermato, all’uscita di Nus dell’autostrada A5, un’auto condotta da un 22enne residente a Fénis, neopatentato. E’ risultato positivo all’etilometro, con un tasso alcolemico pari quasi al triplo del limite consentito (che è di 0.5 grammi per litro di sangue). Al ragazzo è stata immediatamente ritirata la patente, in vista della successiva sospensione (che potrà arrivare fino a 18 mesi) e, nei suoi confronti, è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria per guida in stato di ebrezza.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>