Tentata estorsione, condannato a 20 mesi di carcere

E' la condanna inflitta oggi a Francesco Curcio, di 42 anni, impresario di Montjovet. L'uomo era imputato di tentata estorsione nell'appalto quinquennale 2012-2017, che aveva perso, per lo sgombero neve sulla regionale di Valtournenche.
Il tribunale di Aosta
Cronaca

Un anno e 8 mesi di carcere, oltre a 400 euro di multa. E’ la condanna inflitta oggi dal Tribunale collegiale di Aosta a Francesco Curcio, di 42 anni, impresario di Montjovet. L’uomo era imputato di tentata estorsione nell’appalto quinquennale 2012-2017, che aveva perso, per lo sgombero neve della strada regionale della Valtournenche.

In particolare avrebbe detto "se metti una lama sulla regionale ti bruciamo i camion", a un socio piemontese del vincitore della gara da 1,5 milioni di euro. Assolti, su richiesta dello stesso pm, gli altri due imputati con cui Curcio era accusato di tentata estorsione in concorso: Vincenzo La Pegna (57), di Verrayes (difeso dall’avvocato Corrado Bellora), dipendente di una società della moglie di Curcio non coinvolta nella gara d’appalto, e Leonardo Mazza (46), di Arnad, (difeso dall’avvocato Claudio Soro), geometra di Curcio.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte